mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Marche > Violenze, abusi ed infine la morte: il padre di Azka Riaz compare di fronte al Gup

Violenze, abusi ed infine la morte: il padre di Azka Riaz compare di fronte al Gup

silvi

Violenze, abusi, infine la morte. Un inferno quello che secondo l’accusa sarebbe stato vissuto dalla giovane di origine pakistana Azka Riaz, e che ora verrà scandagliato in sede di Tribunale a Macerata. Il padre della ragazza comparirà infatti di fronte al Gup il 12 febbraio prossimo a seguito della richiesta di rinvio a giudizio. Sull’uomo pendono gravissime accuse: omicidio preterintenzionale della figlia, violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia. La giovane pakistanza sarebbe stata addirittura costretta “ad abortire per tre volte dopo essere rimasta incinta” a seguito degli abusi perpetrati dal padre.

I fatti si sarebbero svolti dal 2014 al 2017. Azka era stata trovata esanime sulla Sp 485 a Trodica di Morrovalle (Macerata) nel febbraio 2018. Ai carabinieri era stato segnalato che la giovane era stata travolta da un’auto mentre si trovava per strada.Tuttavia, poco dopo l’esecuzione dei primi rilievi, era stato fermato per omicidio preterintenzionale il padre di lei. Sempre secondo l’accusa, prima dell’investimento, l’uomo avrebbe picchiato la figlia lasciandola tramortita a terra.

L’ipotesi è quindi che l’uomo, già denunciato per maltrattamenti in famiglia in un procedimento nel quale la ragazza avrebbe dovuto testimoniare, sia stato responsabile del decesso della giovane, che sarebbe stata investita dall’auto quando era già agonizzante, o tramortita a causa delle percosse. Ora si potranno infine chiarire i dettagli della atroce morte di questa giovane di soli 19 anni, che sognava di proseguire gli studi e di avere una vita migliore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net