giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Marche > Sport, ballo e cinema tanto. Mostre e cultura poco. Cosa piace ai marchigiani nel tempo libero

Sport, ballo e cinema tanto. Mostre e cultura poco. Cosa piace ai marchigiani nel tempo libero

Ancona – Calcio, ballo, cinema e poca cultura. Sembrano questi i gusti ludici dei marchigiani, in base ai dati elaborati dall’Infodata del Sole 24 Ore su quelli resi noti dalla Siae per il 2017. E’ stato calcolato per ogni regione il volume d’affari e suddiviso per il numero degli abitanti. Emerge che ogni marchigiano ha speso in media 38,3 euro per Sport o per meglio dire per gli spettacoli sportivi. Invece per Concerti e Ballo 27,3 euro pro capite. Per il Cinema 13 euro e per il Teatro 7 euro. Per Esposizioni e Mostre solo 1,4 euro mentre per l’Attività concertistica 5,2 euro.

Il raffronto con le altre realtà regionali può dare un’idea più chiara sui passatempi dai marchigiani. Per la fruizione dello sport le Marche sono al 7° posto in Italia. Va considerato che nei primi due posti si trovano Lombardia (95,7 euro pro capite) e Piemonte (91,2). Dunque lo sport piace ma non così come al Nord Italia. Per i concerti e ballo le Marche sono al 2° posto in Italia subito dopo il Trentino Alto Adige (29,7 euro). Da queste cifre si evince che per molti in regione, la musica e il ballo sono molto graditi nel tempo libero. Per il cinema le Marche sono all’8° posto. Al primo l’Emilia Romagna che spende 17 euro pro capite. Veniamo ora al Teatro: 7° posizione. Al primo posto il Veneto con 12,2 euro a persona. L’attività concertistica vede le Marche al 10° posto. Prima posizione l’Emilia Romagna con 13,1 euro. Dicevamo delle mostre e le esposizioni. Le Marche sono in 13° posizione staccate moltissimo da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna dove ogni cittadino ha speso in media venti volte di più di un residente delle Marche.

In conclusione, non si può affermare che i marchigiani vivano solo di calcio; è anche vero però, che mostre di pittura, di fotografie o altro non attirano molto i residenti, che sembrano preferire il divertimento e lo spasso che deriva dal fare quattro salti o dal cantare ai concerti le canzoni del proprio beniamino.

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net