venerdì, 21 Febbraio, 2020
Home > Marche > Civitanova Marche, torna la giornata della raccolta del farmaco di banco farmaceutico

Civitanova Marche, torna la giornata della raccolta del farmaco di banco farmaceutico

Sabato 9 febbraio, XIX Giornata nazionale di raccolta del farmaco, la seconda per Civitanova dove l’iniziativa assume un valore aggiunto grazie all’evento organizzato sabato 2 febbraio dalla Fondazione del banco Farmaceutico in collaborazione con l’assessorato al Welfare e Famiglia del Comune e il Rotary club. Alle ore 17, presso il cineteatro Conti di San Marone, si terrà un incontro di presentazione della GRF dal titolo “Bellezza e Carità” per riprendere le ragioni che sostengono questa opera e per far conoscere in maniera più approfondita l’BF nel nostro territorio.

Il programma è stato illustrato questa mattina, in conferenza stampa, da Pierluigi Monteverde (Banco Farmaceutico), Giancarlo Cognigni (Rotary club Civitanova Marche) e Tiziana Bentivoglio. Per l’Amministrazione comunale era presente l’assessore Barbara Capponi (Servizi sociali).

L’Amministrazione comunale è orgogliosa di poter sostenere concretamente questa importante iniziativa, che abbiamo pensato insieme con l’obiettivo di proseguire la sinergia avviata lo scorso anno – ha dichiarato l’assessore Capponi. La giornata dedicata all’arte, che anticipa quella del 9, sarà un prezioso momento di riflessione e presa di coscienza sulle realtà di povertà e disagio che richiedono la collaborazione delle persone. Civitanova risponde sempre con entusiasmo e calore e voglio ringraziare i Civitanovesi per quanto hanno fatto e perché sono sicura sapranno tanto dare anche in questa occasione”.

Sabato 2 febbraio, interverranno al convegno la prof.ssa Mariella Carlotti, preside del conservatorio San Niccolò di Prato e il dr. Edoardo Leombruni, presidente di ALI, associazione Italo americana per il Venezuela a cui vanno parte dei farmaci recuperati.

Il dottor Monteverde ha illustrato la giornata del 9 febbraio, quando in oltre 4.500 farmacie italiane sarà possibile acquistare un farmaco da banco da donare agli indigenti. I medicinali saranno consegnati ad uno degli oltre 1.750 enti assistenziali convenzionati con Banco Farmaceutico.
In Italia, nel 2018, 539.000 persone povere (il 10,7% dei poveri assoluti in Italia) si sono ammalate e hanno chiesto il sostegno degli enti per potersi curare.

In 104 Province, nelle oltre 4.500 farmacie che aderiscono all’iniziativa e ne espongono la locandina, sarà possibile, grazie alle indicazioni del farmacista e all’assistenza di circa 20.000 volontari, acquistare uno o più medicinali da banco da donare alle persone indigenti. I farmaci acquistati saranno consegnati direttamente agli oltre 1.700 enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

Durante la GRF del 10 febbraio 2018, sono state raccolte 376.692 confezioni di farmaci, per un controvalore economico pari a 2.642.519 euro. Ne hanno beneficiato oltre 539.000 persone assistite dagli enti convenzionati. In 18 anni, la GRF ha raccolto più di 4.700.000 farmaci, per un controvalore superiore a 28 milioni di euro.

La GRF si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, in collaborazione con Aifa, Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Assogenerici e BFResearch. L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo (partner istituzionale), Teva, Doc, EG EuroGenerici, Comieco, Mediafriends, Responsabilità Sociale Rai e Pubblicità Progresso.

In Italia, nel 2018, 539.000 persone povere (il 10,7% dei poveri assoluti) si sono ammalate e hanno chiesto il sostegno degli enti per potersi curare. In 5 anni (2013–2018), la richiesta di farmaci da parte degli enti è aumentata del 22%, mentre nel 2018, a causa di spese più urgenti (cioè non rinviabili), le famiglie povere hanno destinato alla salute solo il 2,54% della propria spesa totale (contro il 4,49% delle famiglie non povere). Le famiglie povere, in particolare, hanno potuto spendere solo 117 euro l’anno per curarsi (con un aggravio di 11 euro in più rispetto all’anno precedente), mentre il resto delle famiglie ne ha potuti spendere 703 (+8 euro rispetto all’anno precedente).

A Macerata (provincia e città) hanno aderito 39 farmacie. I farmaci raccolti saranno consegnati a 32 enti del territorio. Oltre che nel capoluogo, la GRF si svolgerà nei seguenti territori della provincia: Macerata, Civitanova Marche, Camerino, Matelica, Fiuminata, Castelraimondo, Gagliole, San Severino Marche, Tolentino, Passo Treia, Montecassiano, Montelupone, Monte San Giusto, Recanati, Morrovalle e Urbisaglia. Tra gli enti che beneficeranno delle donazioni, oltre a diverse Caritas e Croce Rossa Macerata, figurano le associazioni Pars, Il Faro, Amici del pellegrinaggio, Comunità Papa Giovanni XXIII ed altre.

Nel 2018, quasi 540.000 persone in stato di povertà hanno avuto bisogno di medicine, ma non hanno potuto acquistarle. Tuttavia, si sono potute curare ugualmente, grazie all’aiuto degli enti assistenziali. Partecipare alla Giornata di Raccolta del Farmaco e donare una medicina che sarà consegnata agli enti del proprio territorio è il modo più intelligente per aiutare il mondo della solidarietà e del Terzo settore a fare il proprio lavoro; “è il modo più semplice per fare una cosa giusta” afferma Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus

Questa iniziativa è incentrata in una sola giornata dell’anno e per il 2019 sarà sabato 9 febbraio, ma all’interno dell’opera di Banco Farmaceutico esiste la possibilità di donare farmaci validi non scaduti che, per diversi motivi, non utilizziamo più e rimangono negli armadietti di casa fino a che non scadono per poi essere gettati. Questa iniziativa dura tutto l’anno. È il recupero di farmaci validi che operiamo per adesso in 6 punti di raccolta della nostra provincia. Le farmacie che partecipano sono:

Farmacia comunale Civitanova Marche n.3

Farmacia comunale Civitanova Marche n.5

Farmacia comunale Trodica Morrovalle 

Farmacia Mancinelli Gagliole

Farmacia Marcelletti Tolentino

Farmacia Grelloni Castelraimondo


A breve saranno inaugurati altri punti di raccolta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *