venerdì, Dicembre 3, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “TRANSFORMERS 3” martedì 2 luglio 2019

Il film consigliato stasera in TV: “TRANSFORMERS 3” martedì 2 luglio 2019

film transformers

Il film consigliato stasera in TV: “TRANSFORMERS 3” martedì 2 luglio 2019 alle 21:20 su ITALIA 1

 

Transformers 3 (Transformers: Dark of the Moon) è un film del 2011 diretto da Michael Bay.

Il film è il terzo capitolo della serie cinematografica dedicata ai Transformers, iniziata con Transformers e Transformers – La vendetta del caduto e proseguita con Transformers 4 – L’era dell’estinzione.

Il film è uscito nelle sale italiane il 29 giugno, negli Stati Uniti invece è uscito il 28 giugno 2011, ed è stato il primo film in 3D della serie. Attualmente la pellicola si trova al 19º posto nella lista dei maggior incassi internazionali di sempre. È stato candidato a tre Premi Oscar, per i Miglior effetti speciali, per il Miglior montaggio sonoro ed infine per il Miglior sonoro, persi poi a favore di Hugo Cabret.

Nel periodo conclusivo della guerra tra le due fazioni aliene Autobot e Decepticon che portò alla distruzione di Cybertron, una astronave Autobot chiamata Arca tentò di lasciare l’orbita del pianeta carica di un’arma segreta che avrebbe potuto rivoluzionare le sorti del conflitto. La nave aliena fu però attaccata dai Decepticon e si schiantò sulla Luna, quando sulla Terra era il 1961. Gli statunitensi organizzarono così il programma spaziale Apollo e gli astronauti Aldrin e Armstrong che raggiunsero il satellite otto anni dopo vi trovarono i resti della grande nave Autobot, con all’interno molti robot senza vita. Era una missione segreta organizzata anche dai russi, i quali però non mandarono uomini sulla Luna.

Il veicolo di Optimus Prime al Bot Con nel giugno 2011

.2012: a Chernobyl, la squadra NEST trova un particolare dispositivo alieno che Optimus Prime identifica come un pezzo del motore dell’Arca. Il sopralluogo dei militari viene però interrotto dall’attacco del Decepticon Shockwave, insieme al gigantesco robot tentacolare Driller. Messo in fuga il nemico, Optimus pretende spiegazioni dal governo sul perché gli umani fossero in possesso di un congegno alieno: i russi recuperarono il pezzo del motore della nave dalla Luna, lo studiarono e lo imbrigliarono a Chernobyl, ma quando cercarono di usarlo come materiale fissile provocarono il disastro del 1986. Optimus e Ratchetconducono quindi una missione di recupero sul lato della Luna nascosto alla Terra, dove trovano il corpo di Sentinel Prime, leader degli Autobot prima di Optimus, che viene portato sulla Terra.

Sam Witwicky ha rotto con Mikaela e ha conosciuto Carly. I due vivono a Washington insieme a due piccoli Autobot, Wheelie e Brains. Mentre Carly lavora per Dylan Gould, un ricco uomo d’affari e collezionista, Sam ha appena trovato lavoro nel reparto di smistamento postale di un’azienda. Un giorno, Sam viene attaccato al lavoro dal Decepticon Laserbeak e, riuscito a fuggire, si reca alla base del NEST per informare gli Autobot e i militari. Tuttavia, la direttrice della Sicurezza Nazionale, Charlotte Mearing, non gli consente di partecipare direttamente alle missioni contro i malvagi Decepticon. Intanto, Sentinel Prime è stato riportato in vita dalla Matrice del Comando di Optimus Prime. Sentinel svela che la sua nave conteneva centinaia di pilastri per un ponte spaziale, una tecnologia da lui stesso inventata che avrebbe potuto salvare la propria razza. Sono stati recuperati soltanto cinque pilastri, custoditi e tenuti nascosti dagli umani.

Sam si rivolge così a Simmons, ora diventato ricco dopo aver scritto un libro sugli alieni e sulle battaglie da lui affrontate contro i Decepticon. Accompagnati da Bumblebee, Sideswipe e Dino, Sam e Simmons interrogano due ex scienziati sovietici che si erano occupati dei rivelamenti lunari concorrendo direttamente con gli Stati Uniti. Con il lancio del Luna 4 nel 1963, i sovietici scoprirono che strane rocce metalliche erano state nascoste sul lato nascosto della Luna. In realtà le rocce metalliche altro non erano che i numerosi pilastri di Sentinel Prime, rubati in precedenza dai Decepticon. Il piano del nemico è così scoperto: i Decepticon vogliono utilizzare il ponte spaziale di Sentinel Prime per vincere la guerra. Mentre stanno tornando alla base del NEST per riferire tutto alla Mearing, gli Autobot vengono attaccati dai Dreads, un trio di ferocissimi Decepticon che vengono uccisi dopo una lunga corsa in autostrada e tra le vie di Washington.

Adesso la priorità è difendere Sentinel dai Decepticon, che hanno bisogno di lui per far funzionare il ponte spaziale. Ma all’improvviso, il vecchio leader fa una clamorosa dichiarazione, rivelando di aver fatto un patto con il capo dei Decepticon, Megatron, tradendo gli Autobot all’epoca della fuga da Cybertron. Scopo del patto era consolidare una tregua e ricostruire la propria patria: la Terra risulta essere un pianeta ideale, dove poter trovare molte risorse e miliardi di schiavi umani. Il primo a fare i conti con il tradimento di Sentinel è Ironhide, che viene ucciso. Dopo aver devastato la base del NEST, l’ex leader degli Autobot ruba i pilastri recuperati dall’Arca e scappa senza ostacoli. La sera, Sam irrompe ad una cena tra Carly e Dylan, durante la quale il ragazzo assiste alla rivelazione di Soundwave, che prende in ostaggio Carly. Dylan si scopre essere un complice dei Decepticon e comanda a Sam di chiedere ad Optimus Prime quale sarà la strategia che gli Autobot seguiranno. Con i pilastri di Sentinel, viene creato un ponte spaziale e vengono trasportati sulla Terra centinaia di Decepticon. Sentinel Prime offre ai leader del pianeta la salvezza in cambio dell’esilio degli Autobot: i Decepticon preleveranno le risorse a loro necessarie per poi andarsene. La verità è in realtà un’altra: Sentinel Prime e Megatron hanno intenzione di costruire sulla Terra una nuova colonia di Cybertron. La proposta di Sentinel viene accettata, e gli Autobot vengono costretti a lasciare il pianeta.

L’astronave su cui gli Autobot viaggiano, la Xantium, viene però attaccata e distrutta da Starscream. Senza più ostacoli, i Decepticon possono così compiere il proprio piano: grazie alla tecnologia di Sentinel Prime, comincia il processo di avvicinamento del pianeta Cybertron alla Terra. I Decepticon assaltano per prima Chicago, isolandola ed assediandola. Improvvisamente giungono nella città gli Autobot al completo, che si erano separati dalla Xantium prima dell’attacco di Starscream. Ha così inizio la Battaglia di Chicago. Anche Sam e i soldati di Epps si presentano in città, con l’obiettivo non solo di salvare la ragazza di Sam, Carly, dalle grinfie di Dylan, nascostosi nella Trump Tower, ma anche di distruggere il “pilastro di controllo”, che sostiene tutti gli altri pilastri e senza il quale non è possibile attivare il ponte spaziale. In città arrivano anche i militari di Lennox a supporto dei robot. Dopo aver salvato Carly e ucciso Laserbeak, Sam riesce ad uccidere Starscream, grazie alle armi innovative fornitegli da Que. Nel frattempo però, quattro Autobot vengono fatti prigionieri da un gruppo di Decepticon e Dylan, furioso per il salvataggio di Carly, ordina a Soundwave di non fare prigionieri, ma soltanto di uccidere: Soundwave accoglie con gioia l’ordine. Sam e Carly, tra le lacrime, vedono i Decepticon giustiziare brutalmente Que, mentre anche gli altri Autobot assistono impotenti. Mentre Sam resta impietrito dinnanzi all’imminente esecuzione di Bumblebee, Wheelie e Brains salvano la situazione a discapito della loro vita: infiltratisi su una grossa nave Decepticon, riescono a sabotarla ed a farla precipitare, distraendo i robot e permettendo agli Autobot di ribellarsi e a Bumblebee di distruggere Soundwave. Intanto diversi altri Decepticon, tra cui Barricade, colti di sorpresa dai militari di Lennox vengono uccisi.

Nel caos generale, Carly scova Megatron tra le macerie della città e gli fa notare ciò che sta realmente accadendo: Sentinel sta cercando di sottrargli il potere e l’esercito e, sconfitti gli Autobot, nessuno potrebbe ostacolarlo. Optimus, dopo aver ucciso Driller e Shockwave, ingaggia una dura battaglia contro Sentinel. Mentre i due Prime combattono, Sam trova Dylan e dopo una breve lotta corpo a corpo lo uccide mandandolo contro il pilastro di controllo, che lo folgora. Alla fine, Bumblebee riesce a distruggere il pilastro di controllo una volta per tutte, facendo collassare il ponte spaziale e distruggendo Cybertron. Intanto, Optimus ha la peggio nello scontro con Sentinel, anche indebolito dall’attacco dei rinforzi Decepticon, poi distrutti dall’intervento dell’Aeronautica militare. Optimus continua ad opporre resistenza, ma sta per essere giustiziato dal più forte nemico: solo il provvidenziale intervento di Megatron, che si scaglia contro Sentinel per indebolirlo e riottenere il comando, salva Optimus da una fine prematura. Senza nessuno a poter interferire, i due rivali di sempre, Megatron e Optimus, si affrontano nello scontro decisivo: l’Autobot ha ragione del Decepticon, staccandogli la testa con un’ascia e uccidendolo. Sentinel, ridotto in fin di vita, cerca di giustificare il suo tradimento, ma viene anch’esso terminato. La pace torna finalmente sulla Terra e gli Autobot rimangono i custodi della libertà sul pianeta.

Terminata la guerra, Simmons, su una sedia a rotelle dopo l’attacco dei Dreads, bacia la Mearing, che ordina di farlo arrestare.

Regia di Michael Bay

Con: Shia LeBoeuf e Rosie Huntington-Whiteley

Fonte: WIKIPEDIA