giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Marche > Offida, primo comune in Italia ad aprire un corridoio umanitario: il reportage di Repubblica

Offida, primo comune in Italia ad aprire un corridoio umanitario: il reportage di Repubblica

Offida – Non solo uno dei borghi più belli d’Italia, ma anche il primo comune italiano ad aver organizzato un corridoio umanitario. E’ il quotidiano la Repubblica oggi ad occuparsi del borgo Piceno con un video, dove si racconta e si mostra che oltre ai terremotati, la partnership siglata con la Federazione Chiese Evangeliche in Italia (FCEI) e l’associazione On The Road ha permesso l’apertura di un corridoio umanitario, un modo legale per aiutare chi scappa dalle tragedie del Mediterraneo per approdare in paesi ‘sicuri’.

La prima a beneficiare dell’accoglienza è una famiglia fuggita 4 anni fa dalla Siria e finita in un campo profughi in Libano. “Crediamo – spiega il sindaco di Offida Luigi Massa – che la nostra comunità possa aiutare questa famiglia, ma anche arricchirsi grazie al confronto con culture e storie diverse”.

“Così come ci siamo attivati dopo il terremoto – spiega Davide Falcioni, attivista delle Brigate di Solidarietà attiva e promotore dei corridoi umanitari – abbiamo pensato di fare qualcosa anche per coloro che sono stati costretti ad abbandonare la loro terra”.

Quando si va in aiuto delle vittime di un terremoto non ci si preoccupa della nazionalità, della religione o dell’orientamento politico sostengono le associazioni coinvolte. Lo stesso deve avvenire per chi fugge da guerre e altri orrori che si succedono continuamente e sembrano non ridursi con il tempo; tragedie che tra l’altro, avvengono nemmeno poi a distanze così abissali dall’Italia.

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net