venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “PASSATO e PRESENTE” del 5 settembre alle 13.15 su RAI 3: Edda Ciano

Anticipazioni per “PASSATO e PRESENTE” del 5 settembre alle 13.15 su RAI 3: Edda Ciano

Passato-e-Presente-claretta petacci e il suo rapporto con mussolini
Anticipazioni per “PASSATO e PRESENTE” del 5 settembre alle 13.15 su RAI 3: Edda Ciano, la figlia del Duce
Risultati immagini per passato e presente edda ciano
I fascisti la chiamavano eccellenza, “l’eminenza grigia” del regime, ma Edda Ciano Mussolini, non è che la figlia del Duce, senza marchi ufficiali che non siano quelli dell’uniforme da crocerossina.
Un personaggio che il professor Francesco Perfetti e Paolo Mieli raccontano a “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda giovedì 5 settembre alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. Edda nasce a Forlì il primo settembre 1910 ed è registrata all’anagrafe con l’indicazione di “N.N.” al posto del nome materno.
Edda non è una bimba qualunque, ma la figlia di Benito Mussolini, definita dalle cronache dell’epoca un “maschiaccio ribelle”. Edda è una fascista convinta, una madre severa e la moglie del ministro degli Esteri: Galeazzo Ciano, il delfino di suo padre. A Galeazzo è legata da una sorta di sodalizio per la vita, che la indurrà a difenderlo contro tutti fino alla fine.
Il 25 luglio 1943, Ciano insieme ad altri gerarchi, aderisce all’ordine del Giorno Grandi, che approvato dal Gran Consiglio del Fascismo, vede la fine di Mussolini, un’azione che gli costerà l’accusa di alto tradimento e che segnerà l’inizio del dramma personale di Edda. Caduto il fascismo Ciano è arrestato, rispedito in Italia e incarcerato nella prigione degli Scalzi a Verona. Edda cerca invano di salvargli la vita. Fascista fino alla fine dei suoi giorni, condurrà una vita riservata fino alla morte, a Roma, il 9 aprile del 1995.
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *