martedì, Novembre 24, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film in seconda serata consigliato in TV: “OUTLANDER – L’ULTIMO VICHINGO” lunedì 9 dicembre 2019

Il film in seconda serata consigliato in TV: “OUTLANDER – L’ULTIMO VICHINGO” lunedì 9 dicembre 2019

film outlander
Il film in seconda serata consigliato in TV: “OUTLANDER – L’ULTIMO VICHINGO” lunedì 9 dicembre 2019 alle 23:55 su ITALIA 1 Risultati immagini per outlander l'ultimo vichingo POSTER Outlander – L’ultimo vichingo è un film di fantascienza del 2008. Programmato inizialmente come direct-to-video (uscita direttamente in DVD), fu in seguito distribuito al cinema nel 2009. Il film è diretto da Howard McCain e tra gli altri interpretato da James Caviezel. Al tempo dei vichinghi tra i fiordi della Norvegia precipita una nave spaziale. Dalla nave fuggono due alieni: un guerriero di nome Kainan e una creatura mostruosa simile a un drago conosciuta come Moorwen. Ritrovatosi nelle fredde terre della Scandinavia, Kainan si mette alla ricerca della creatura, mentre il mostro delimita il suo nuovo territorio nel Nord Europa. Quando Kainan giunge in un villaggio vichingo completamente distrutto viene catturato da Wulfric, membro di un altro villaggio e futuro re del medesimo. Kainan racconta di essere un cacciatore di draghi e viene preso per pazzo, ma Rothgar, il re del villaggio, vuole dare credito allo “straniero” e acconsente a farlo partecipare alla caccia al presunto mostro, che tutti credono un grosso orso. Durante la caccia Kainan salva la vita al re nello scontro con l’orso e gli abitanti del villaggio credendo che la minaccia sia debellata. Ritenendo lo straniero un eroe, gli divengono meno ostili. Kainan racconta a Freya di come molto tempo prima il suo popolo avesse trovato un pianeta adatto per viverci, ma già abitato da creature intelligenti chiamate Moorwen, che però il suo popolo considerava solo animali; i coloni bombardarono il pianeta uccidendo la maggior parte delle creature col fuoco, poi diedero la caccia ai superstiti e dopo aver ritenuto di averli sterminati completamente costruirono una città. Un giorno, Kainan partì per una missione nello spazio lasciando la moglie e il figlio in città, ignorando che un Moorwen fosse sopravvissuto. Quest’ultimo, penetrato in città, massacrò tutti i coloni. Al suo ritorno di Kainan partì con la sua astronave, per poi cadere sulla Terra. Presto il mostro torna a colpire e visto che la sua pelle si rivela impenetrabile al metallo dell’epoca, Kainan suggerisce di creare una grossa trappola e di condurvi il mostro all’interno con un’esca, per poi dargli fuoco utilizzando legno ed olio di balena. Il mostro però si rivela invulnerabile anche a questo espediente. Si scopre pure che vi è un altro Moorwen, un cucciolo, che assale e uccide Re Rotghar che fa da scudo umano a Freya, sua figlia. Gli abitanti del villaggio terrorizzati decidono di scappare via mare e si imbarcano. Rimangono il nuovo re Wulfric, Freya, Boromir, il fabbro, Kainan e pochi altri e decidono di forgiare nuove armi con il metallo, ben più resistente del ferro dell’epoca, proveniente dall’astronave di Kainan, affondata in un lago, e di seguire il mostro attraverso il pozzo del villaggio che li conduce in un intricato dedalo di caverne. Qui scoprono dove finivano tutti i corpi delle vittime attaccate dal mostro, accatastate in grandi mucchi dentro le caverne. Freya riesce a decapitare il cucciolo di Moorwen, mentre l’adulto uccide Boromir e gli altri guerrieri. Sopravvivono solo Wulfric, Freya e Kainan che scappando dal mostro si ritrovano sul bordo di un precipizio che dà origine a una cascata. Qui il mostro ferisce mortalmente Wulfric, ma Kainan e Freya riescono a ucciderlo, facendolo cadere mutilato giù dalla scogliera. Wulfric, in fin di vita, nomina Kainan nuovo re del villaggio. Kainan, poco prima di essere raccolto dall’astronave che dovrebbe portarlo in salvo, distrugge il dispositivo di soccorso da lui attivato per essere ritrovato dai compagni, avendo deciso di continuare la sua esistenza come nuovo re di quel villaggio. Quando tutto sarà finito solamente la giovane principessa vichinga Freya saprà, o meglio, crederà di sapere, la vera origine dell’alieno.
«Kainan ci era stato mandato dagli dèi e quando venne il momento di tornare da loro egli scelse di restare con noi per sempre»
Regia di Howard McCain Con: James Caviezel Fonte; WIKIPEDIA 
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *