domenica, Gennaio 16, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “ALICE IN WONDERLAND” mercoledì 26 febbraio 2020

Il film consigliato stasera in TV: “ALICE IN WONDERLAND” mercoledì 26 febbraio 2020

Film Alice in Wonderland

Il film consigliato stasera in TV: “ALICE IN WONDERLAND” mercoledì 26 febbraio 2020 alle 21:20 su ITALIA 1

Risultato immagini per ALICE IN WONDERLAND IMMAGINI

Alice in Wonderland è un film del 2010 diretto da Tim Burton. Il film narra di eventi seguenti alle avventure vissute dalla ragazzina narrate nel romanzo Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll. Difatti la ritroviamo cresciuta, all’età di diciannove anni.

Tra gli interpreti principali del film figurano Johnny DeppMia WasikowskaAnne HathawayHelena Bonham Carter e Crispin Glover.

Il film mescola tecnologie visive e di fotografia tra live action e motion capture.

La MPAA ha imposto la parental guidance (PG) per la visione di questo film da parte del pubblico più giovane a causa della presenza di «inquietanti immagini, con situazioni di azione e violenza, per di più vi è un bruco che fuma».

Alice, ormai diciannovenne, non ricorda più nulla delle sue avventure nel Paese delle Meraviglie anche se continua a fare sogni sulle esperienze di 14 anni prima. Dopo la morte dell’amato padre, Alice partecipa ad una festa il cui vero scopo è quello di farle avere la proposta di matrimonio del giovane lord inglese Hamish Ascot. Sconcertata davanti alle centinaia di persone che la fissano in attesa della sua risposta, Alice scappa e insegue fin dentro al bosco Bianconiglio, il celeberrimo coniglio bianco che aveva già conosciuto in precedenza. Vede Bianconiglio gettarsi in una grande buca nel terreno ai piedi di un piccolo arbusto: incuriosita, vi si sporge perdendo l’equilibrio e finendoci dentro.

Alice si ritrova in un’ampia stanza dove giungono delle voci. Per passare attraverso una piccola porta, è costretta a bere una fialetta con su scritto Bevimi che la fa rimpicciolire anche se, avendo dimenticato di prendere la chiave sul tavolino, deve momentaneamente ritornare grande mangiando un pezzo di torta con su scritto Mangiami. Uscita dalla minuscola porta, si ritrova in un giardino dove ci sono il Bianconiglio, il Ghiro, il DodoPancopinco e Pincopanco che usano il termine Sottomondo per riferirsi al Paese delle Meraviglie e che parlano di Alice come di una salvatrice anche se alcuni di essi dubitano che si tratti della giusta Alice.

Presi dal dubbio, il gruppo si reca dal Brucaliffo che è in possesso dell’Oraculum, una pergamena magica capace di illustrare gli avvenimenti futuri, la quale evidenzia come il destino di Alice sia quello di uccidere, nel Giorno Gioiglorioso, il Ciciarampa, un mostro sanguinario simile a un drago al servizio della Regina Rossa. Ma anche il bruco sospetta che la ragazza prelevata dal Bianconiglio non sia la vera Alice.

Di tutto ciò la ragazza capisce sempre meno, quando, improvvisamente, vengono aggrediti dal Grafobrancio, condotto da alcuni soldati, capeggiati dal fante della regina Ilosovic Stayne, che intanto cercano di catturare il gruppo. Alice rimane paralizzata davanti alla bestia, ma, nel mentre, il Ghiro distrae il Grafobrancio cavandogli l’occhio, permettendo alla ragazza di fuggire con Pancopinco e Pincopanco. I gemelli vengono però catturati dall’uccello Ciciacià e Alice rimane da sola, continuando a correre.

Nel frattempo, nel suo castello, la perfida Regina Rossa, accusato uno dei suoi schiavi di aver rubato tre crostate, gli fa tagliare la testa. Stayne entra nella stanza e le dà l’Oraculum. La Regina Rossa, infuriata dal fatto che il Ciciarampa sarebbe stato ucciso da “Alice”, incarica il suo fido servitore di trovare la ragazza.

Alice sta ancora scappando quando incontra nella foresta lo Stregatto, che dopo averla riconosciuta la conduce nel giardino del Cappellaio Matto e del Leprotto Marzolino per curare le sue ferite. Vengono però tutti catturati (tranne lo Stregatto) dalle forze della Regina Rossa, ma il Cappellaio riesce a salvare la ragazza in tempo rimpicciolendola e lanciandola via con il suo cappello.

Alice, allora, raggiunge il castello della Regina Rossa per liberare il Cappellaio, e, mangiando dell’avanzata torta “tortinsù”, cresce alta due metri e viene accolta per un periodo al castello (sotto il nome di “Ehm”, causato da un equivoco): qui ha modo di restituire l’occhio al Grafobrancio, domandolo, e di prelevare la chiave dal collo della bestia per aprire una cassa in cui è custodita la Spada Bigralace, che avrebbe ucciso il Ciciarampa. In seguito, scoperta, Alice scappa in groppa al Grafobrancio per recarsi al castello della Regina Bianca, la sorella buona della perfida Regina Rossa, con la spada e l’Oraculum. Qui scopre il significato del vero amore e si rende conto che dovrà combattere la Regina Rossa e le sue carte di cuori e uccidere il Ciciarampa per liberare il Paese delle Meraviglie dalla tirannia.

Durante l’esecuzione del Cappellaio e del Ghiro al castello (scoperti come traditori), il Cappellaio riesce a liberarsi grazie all’aiuto dello Stregatto e a sollevare una prima ribellione del popolo nei confronti della Regina Rossa. Il Cappellaio e gli altri protagonisti buoni di Sottomondo riescono a raggiungere il castello della Regina Bianca. Mentre si preparano per la battaglia, il Brucaliffo s’imbozzola prima di far finalmente comprendere ad Alice di essere la prescelta, e le dice che forse si sarebbero rincontrati.

Giunti al Giorno Gioiglorioso, lo scontro finale avviene sopra una gigantesca piattaforma dal pavimento che ricorda una scacchiera: da una parte vi è lo schieramento della Regina Bianca, con le sue pedine degli scacchi bianchi e il Grafobrancio, mentre dalla parte opposta, in egual numero, c’è l’esercito di carte di cuori della Regina Rossa. La sfida tra Alice e il Ciciarampa ha dunque inizio e si conclude con la vittoria della ragazza, che uccide il mostro decapitandolo con la spada, mentre il Cappellaio Matto sottomette Stayne e l’Uccello Ciciacià viene ucciso. La Regina Rossa, in seguito alla ribellione dei suoi soldati, perde quindi la corona che va alla Regina Bianca, la quale ordina l’esilio eterno per la sorella malvagia in compagnia del disperato fante che ha cercato di ucciderla, ma viene fermato dal Cappellaio.

Alla fine della lotta, Alice decide di tornare a casa e di rifiutare la proposta di matrimonio di Hamish. Impressionato, il padre di quest’ultimo decide di prenderla come apprendista per la sua compagnia, alla ricerca di nuove rotte commerciali per la Cina. Nell’ultima scena, Alice è a bordo della nave, pronta a partire quando una farfalla blu le si posa sulla spalla. Alice la riconosce come il Brucaliffo, la saluta e questa vola via.

Cast

  • Mia Wasikowska recita la parte di Alice, una giovane fanciulla diciannovenne. Il ritorno nel Paese delle Meraviglie rappresenterà per lei un rito di passaggio, grazie al quale potrà scoprire se stessa. Lungo tutto il film Alice subirà dei cambiamenti che le permetteranno di diventare un’eroina più di quanto lo sia stata sino ad ora. Era molto legata al padre, Charles, e dopo la morte di quest’ultimo aveva perso il fascino verso l’aristocrazia. Come nei celebri romanzi di Carroll Alice cambierà anche grandezza, passando dai venti centimetri di altezza sino a raggiungere e superare i due metri.
  • Johnny Depp ha invece ottenuto la parte dell’istrionico Cappellaio Matto (chiamato nel film Tarrant). La peculiarità di questo ruolo risiede nel fatto che Depp non sia stato presente fisicamente sul luogo delle riprese (motivo per cui all’inizio si era sparsa la voce secondo la quale non sarebbe stato inserito nel cast), ma si sia prestato ad una realizzazione a parte del personaggio, totalmente in 3D. Tim Burton ha spiegato cosa Depp abbia detto riguardo all’impersonare questo personaggio dalla fisionomia complessa: “Ho cercato di trovare delle basi per il personaggio, ho compiuto degli sforzi affinché trovassi un qualcosa che vada oltre il semplice aver qualche rotella fuori posto”. Wasikowska ha invece detto: “Loro si capiscono al volo, è come se fossero mentalmente compatibili, seppure siano due personaggi dall’indole diversa. Si senton entrambi estranei al mondo in cui vivono, ed ognuno si prende cura dell’altro, come fossero fratelli”. In un’intervista Johnny Depp ha asserito che per lui aver impersonato questo personaggio è stato come un regalo, uno dei più bei regali che si sarebbero mai potuti fare ad un attore. È un sogno diventato realtà. Nel film il Cappellaio Matto era anticamente il cappellaio di corte della Regina Bianca, appartenente al clan Altocilindro.
  • Helena Bonham Carter è Iracebeth, la Regina Rossa. La sua testa è stata ingrandita di tre volte rispetto alla sua dimensione reale. La Regina Rossa è la sorella più grande della Regina Bianca. Nutre un profondo odio verso gli animali e lo dimostra servendosene come fossero semplici oggetti (celebre la scena nella quale usa un povero maialino come poggiapiedi perché, a suo dire, sente spesso il bisogno di riposare i suoi piedi stanchi). Il personaggio è una fusione tra la Regina di Cuori e se stessa.
  • Anne Hathaway è Mirana, la Regina Bianca. È stato uno dei pochi personaggi che non hanno necessitato di una manipolazione digitale. Dice del suo personaggio: “molto tenera e carina ma con qualcosa che non va a livello cerebrale. Alla fine le cose vengono fuori”. Lei è molto dolce però al contempo una persona che si disgusta facilmente. Stando sempre alle parole della Hathaway, “dopotutto nelle sue vene scorre lo stesso sangue di sua sorella, la Regina Rossa. A lei il lato oscuro piace, ma è troppo fifona per addentrarvici, per cui preferisce far apparire tutto splendente ed illuminato. Ma il fatto di vivere in un mondo in cui non si sa cosa sia la paura fa sì che possa perdere facilmente il controllo”. Hathaway descrive il suo personaggio come “un misto di punk-rock, tendente al vegetariano e dalle propensioni verso il pacifismo”, traendo ispirazione da BlondieGreta Garbo, e dagli artworks di Dan Flavin.
  • Michael Sheen è il Bianconiglio. Il Bianconiglio è al servizio della Regina Rossa, ma allo stesso tempo è un segreto membro della resistenza dell’Underland. È stato mandato dal cappellaio matto a cercare Alice. Sheen ha sentenziato: “il Bianconiglio è un personaggio le cui caratteristiche son ben tratteggiate dai romanzi. Per cui non ho potuto personalizzare l’interpretazione più di tanto”.
  • Alan Rickman è Absolem, il Brucaliffo. Rickman è stato ripreso mentre prestava la sua voce negli Studios, ma il suo viso non è stato usato come stampo per il modello della faccia del personaggio, come pattuito.
  • Stephen Fry è Stregatto. “È un mattacchione con l’abilità di sparire e riapparire a suo piacimento. Neutrale per natura, mantiene sempre la calma, e questo suo savoir faire è una buona maschera per la sua viltà”. È la testa del gatto senza corpo che appare per prima ad Alice nella foresta di Tulgey dopo esser stata attaccata. Si offre di curare le ferite sul braccio di Alice semplicemente leccandole, ma lei rifiuta sebbene acconsenta ad essere accompagnata da lui al Tea Party del Cappellaio Matto. Alla fine dell’avventura trova un modo per redimersi da questo suo vergognoso stato di codardia incoronando la Regina Bianca.
  • Christopher Lee è il Jabberwocky, in italiano Ciciarampa. Il Jabberwocky è un drago cattivo di proprietà della Regina Rossa. È interessante scoprire che nel film è stato adoperato, per la creazione del Jabberwocky, il disegno originale di John Tenniel.
  • Matt Lucas è l’interprete di entrambi i gemelli Pincopanco e Pancopinco. Il loro volto è fedele ai canoni grafici dettati dalla tradizione gotica burtoniana.
  • Crispin Glover è Ilosovic Stayne, il Fante di Cuori. È il capo dell’armata della Regina Rossa. Con una cicatrice sul volto e una benda a forma di cuore che gli copre l’occhio sinistro, Stayne è un personaggio arrogante, che svolge alla lettera i compiti assegnatigli dalla Regina Rossa. È l’unico capace di far tornare in lei la calma a seguito dei suoi frequentissimi scatti isterici. “Sono in pratica la controparte militare della Regina Rossa”, dice Glover. “Mentre la Regina Rossa è una ragazza che non ci pensa due volte prima di fare una cosa (infatti per lei tagliare la testa a qualcuno ha la stessa valenza di mangiare una caramella), io ho il compito di assicurarmi che la diplomazia non venga mai meno”.
  • Timothy Spall è Bayard, il Mastino Sanguinario. È stato forzatamente incluso nell’armata della Regina Rossa, ha paura poiché la Regina Rossa ha imprigionato i suoi figlioletti e la sua compagna e li farà decapitare qualora non ubbidisca agli ordini di Stayne. Alla fine si dimostrerà audace alleato della resistenza dell’Underland, divenendo un formidabile combattente ed un efficiente mezzo di trasporto.
  • Barbara Windsor è il ghiro Mallymkun, che prende parte al Tea Party del Cappellaio Matto.
  • Paul Whitehouse è il Leprotto Marzolino.
  • Michael Gough è il Dodo.

Regia di Tim Burton

Con Johnny DeppMia WasikowskaAnne HathawayHelena Bonham Carter e Crispin Glover

Fonte: WIKIPEDIA