venerdì, Agosto 14, 2020
Home > Italia > Il Comitato Immigrati: “Coronavirus anche in Liguria. Dov’era il Presidente Toti?”

Il Comitato Immigrati: “Coronavirus anche in Liguria. Dov’era il Presidente Toti?”

liguria

“Oramai sono 16 i casi positivi di Coronavirus in Liguria“, tuona Aleksandra Matikj, Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”:

«C’è davvero tanta rabbia tra la gente, la sento anche io onestamente – commenta la Matikj –. Ci si chiede come sia stato possibile che in Liguria possano essere entrati i residenti della zona rossa infettata dal Coronavirus di un’altra regione. 

Perché il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti non ha preso le misure adatte in merito prima che si diffondesse in questo modo irresponsabile? Però per andare a fare la campagna elettorale proprio a quel Matteo Salvini che pochi giorni fa istigava contro i Migranti sui social con: “Il Coronavirus arriva con i barconi! Con gli Immigrati!!”, per questo il tempo Toti lo ha trovato…

Rimane il fatto che, oramai, il Coronavirus è tra i liguri: evitarlo oramai è impossibile, considerando che si trasmette più facilmente di un banale raffreddore. E non ci sono mascherine che tengano, anche perché entra comunque nell’organismo della gente.

Mi chiedo anche perché l’Assessora Sonia Viale non abbia reagito in tempo e prima di tutti questi contagi.

Penso ora anche all’ordinanza dell’ex Sindaco di Alassio Enzo Canepa che vietava la permanenza nel comune a persone provenienti dagli Stati africani, asiatici e sudamericani per motivi igienico-sanitari se non erano in grado di documentare con un certificato sanitario il loro essere immuni di ogni malattia infettiva. Ci rendiamo conto anche oggi quanto quella misura non sarebbe servita a nulla, visto che l’unica soluzione, in caso di epidemie, è il controllo di TUTTI i passeggeri in entrata nel nostro paese, non solo agli aeroporti e alle Dogane, tenendo in stato di rigida quarantena chi è già infettato.

Ma oramai, in Liguria è tardi. Speriamo che almeno dal Governo riescano ad agire in tempo in maniera alternativa“, conclude la Matikj.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com