mercoledì, Marzo 3, 2021
Home > Marche > San Benedetto del Tronto, sottrae il figlio alla moglie e fugge: rintracciato

San Benedetto del Tronto, sottrae il figlio alla moglie e fugge: rintracciato

san benedetto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un uomo, a cui era stato già vietato di avvicinarsi alla moglie dalla quale si stava separando, è stato ritracciato dalla Polizia di Stato dopo che si era recato dalla donna e le aveva sottratto uno dei loro due figli, portandolo via con sé.

E’ accaduto alcuni giorni fa, quando lei ha telefonato al 113 del Commissariato di San Benedetto del Tronto per chiedere aiuto. La donna era disperata e quasi non riusciva a parlare, ma il poliziotto che le ha risposto al telefono era addestrato a gestire telefonate da codice rosso e, quindi, è riuscito a farla rimanere lucida e a consentirle, così, di riferire quelle poche informazioni utili a orientare meglio le ricerche della Polizia di Stato.

E’ così è stato, tant’è che è partita una vera e propria caccia all’uomo da parte delle pattuglie del Commissariato di San Benedetto del Tronto e della Squadra Mobile della Questura di Ascoli Piceno, che hanno allargato il campo delle ricerche a tutta la provincia, senza lasciare nulla di intentato. Il lavoro costante e certosino portato avanti dagli investigatori, coordinati dalla Procura ascolana ed effettuato con l’ausilio delle più moderne tecnologie, ha prodotto gli effetti auspicati, tant’è che il fuggitivo è stato rintracciato poco dopo a bordo della sua auto, ove c’era anche il bambino.

I poliziotti hanno stretto la morsa intorno a lui e sono riusciti a fermarlo, avendo cura nel contempo di non traumatizzare il piccolo che, poi, è stato ben felice di tornare tra le braccia della madre. Lui è stato denunciato per sottrazione di minore e atti persecutori. Ma non è finita qui, poiché la Procura della Repubblica di Ascoli Piceno ha acquisito prove schiaccianti contro l’uomo, cui in passato era già stato vietato di avvicinarsi alla donna. Infatti, il GIP di quel Tribunale ha accolto la richiesta della Procura, emettendo a carico dello stalker una nuova misura cautelare, che i poliziotti hanno già notificato all’uomo, tant’è che lui per ora non potrà più avvicinarsi alla donna e ai suoi due figli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *