sabato, Febbraio 27, 2021
Home > Marche > Viaggio straordinario fra i musei delle Marche: oltre 60 clip video sui canali social

Viaggio straordinario fra i musei delle Marche: oltre 60 clip video sui canali social

viaggio

Un viaggio inconsueto, un racconto inedito dei musei marchigiani. È quanto propongono la Regione Marche e la Fondazione Marche Cultura insieme a ICOM MARCHE in un momento eccezionale dove è preclusa la fruizione culturale nelle forme tradizionali a causa dell’emergenza sanitaria.

Viaggio straordinario è una rappresentazione in video clip dei musei delle Marche


 
Viaggio straordinario fra i musei delle Marche è una rappresentazione in video clip dei musei delle Marche, dove le intenzioni e i registri didascalici e descrittivi lasciano il posto a suggestioni emozionali, a racconti e curiosità sorprendenti. Sono oltre 60 clip, prodotte da più di 30 musei, ma anche da comuni ed enti culturali marchigiani. Hanno una durata di circa due minuti e saranno visibili sui canali social della Regione Marche: sulle pagine Facebook Marche Tourism e Tesori delle Marche, sull’account Twitter Marche Tourism e sul canale Youtube Marche Tourism, in una playlist dedicata, oltre che sul blog ufficiale della Regione www.destinazionemarche.it .
 
“La Regione Marche” – evidenzia l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni – vuole contribuire a limitare questa perdita e a contenere il sacrificio di ciascuno proponendo un’opportunità alternativa di “uso” dei musei e delle collezioni delle Marche, un utilizzo in digitale e virtuale: cioè la forma che resta l’unico ambito di agibilità relazionale, professionale della fruizione culturale che ci è concesso. Sotto un altro punto di vista, l’obiettivo è anche quello di “approfittare” di questo momento per sperimentare una forma di comunicazione e promozione museale nuova e che troverà sempre più spazio in un prossimo futuro. Un modo di comunicare la Cultura che di sicuro avrà connotati diversi da quelli pre-emergenza, dove la tecnologia avrà acquisito un posto centrale laddove ad oggi è stato complementare”.
 
La Regione Marche, la Fondazione Marche Cultura e ICOM MARCHE si sono fatti interpreti , dunque, delle gravi difficoltà  che il mondo delle attività culturali e in particolar modo il sistema dei musei sta affrontando in questo periodo. La chiusura dei musei, resa necessaria per contenere la diffusione del contagio da COVID 19, oltre a causare danni economici e sacrifici occupazionali, impedisce la produzione e la fruizione di valori che mai come in questo momento costituirebbero strumenti di pubblica utilità e conforto, più che occasione di semplice godimento.
 
Viaggio straordinario fra i musei delle Marche ha anche una valenza funzionale, preparatoria al Grand Tour Musei edizione 2020, che necessariamente si consumerà nello spazio digitale. La pubblicazione, in successione, delle clip dei musei marchigiani culminerà nella settimana dedicata al Grand Tour Musei dal 18 al 24 maggio che prevede un programma articolato e nuovo nella sua proposizione.
 
Ecco gli enti e i musei che hanno inviato le oltre 60 clip visibili sui vari canali regionali di comunicazione:

  • San Benedetto del Tronto: Palazzo Piacentini
  • San Benedetto del Tronto: Museo del Mare
  • Macerata: Ecomuseo delle Case di terra di Villa Ficana
  • Fossombrone: Museo Archeologico- Pinacoteca Civica – Chiesa San Filippo – Quadreria Cesarini
  • Jesi: Palazzo Pianetti Lotto nelle Marche 2
  • Fabriano: Museo Premio Ermanno Casoli
  • San Severino Marche: Museo Archeologico di San Severino Marche
  • Urbino: Casa Natale di Raffaello
  • Fabriano: Pinacoteca civica B. Molajoli
  • Fabriano: Museo della Carta e delle Filigrana
  • Mondolfo: Museo Civico della città
  • Jesi: Sale Museali di Palazzo Bisaccioni
  • Ancona: Museo Statale Tattile Omero
  • Pesaro: Museo Nazionale Rossini
  • Pesaro: Musei Civici di Palazzo Mosca
  • Pesaro: Centro Arti Visive Pescheria
  • Acqualagna: Museo del Tartufo di Acqualagna
  • Camerino: Polo Museale dell’Università di Camerino
  • Ascoli Piceno: Pinacoteca civica
  • Gradara: Castello di Gradara – senza voce solo musica
  • Fano: Museo del Palazzo Malatestiano
  • Macerata: Museo della scuola “Paolo e Ornella Ricca”- Università di Macerata
  • Sarnano: Pinacoteca e Musei Civici di Sarnano
  • Ancona: Museo Archeologico Nazionale delle Marche
  • Macerata: Musei di Macerata – Helvia Recina
  • Macerata: Musei di Macerata – Palazzo Buonaccorsi
  • Macerata: Musei di Macerata – Museo della Carrozza
  • Macerata: Musei di Macerata – Sferisterio
  • Fabriano: Museo Guelfo Bianchini
  • Ancona: Progetto Oculus Al Museo
  • Arcevia: Progetto Oculus Al Museo
  • Fermo: Progetto Oculus Al Museo
  • Acquaviva Picena: Progetto Oculus Al Museo
  • Offagna: Progetto Oculus Al Museo

I contenuti saranno presto disponibili anche sul sito regionale canale cultura smart, oltre che sul blog DestinazioneMarche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *