martedì, Giugno 2, 2020
Home > Abruzzo > Coronavirus, Febbo: “Non abbiamo ignorato i lavoratori del settore culturale e artistico”

Coronavirus, Febbo: “Non abbiamo ignorato i lavoratori del settore culturale e artistico”

CULTURALE

PESCARA – “Questo Governo regionale non ha ignorato affatto il mondo culturale, lo spettacolo svolto dai teatri e i suoi lavoratori, un settore attenzionato da sempre dal sottoscritto attraverso l’anticipazione di specifici bandi e di risorse adeguate per chi ne avesse ovviamente diritto, peraltro con finanziamenti per la prima volta liquidati già nel mese di marzo, cioè con larghissimo anticipo rispetto agli anni passati. Adesso, sopratutto in questo fase di grave emergenza, continueremo a lavorare per questo settore strategico per l’Abruzzo”.

È la replica dell’assessore alla Cultura Mauro Febbo che spiega quanto segue: “Innanzitutto bisogna chiarire come lo stato di crisi di questo comparto, che oggi viene richiesto da alcune associazioni alla Regione, è di pertinenza esclusiva dello Stato, cioè del Governo nazionale. In tal senso, come emerso negli ultimi incontri avuti con il Governo centrale, dove il sottoscritto è sempre stato presente e attivo, il Ministro Franceschini ha garantito interventi finanziari di ristoro mettendo a disposizione per i lavoratori della cultura circa 600 milioni di euro per le professioni teatrali e del mondo della cultura che risultano danneggiati dall’emergenza sanitaria con una prima (esigua) anticipazione di un bonus di 600/1000 euro, per i mesi di aprile e maggio, dopo aver dimostrato e certificato il mancato guadagno. Infatti, siamo in attesa di leggere i contenuti del fatidico ‘Decreto aprile’ per verificare le risorse messe in campo e intervenire di conseguenza come Regione, per determinare ulteriori azioni in caso di dimenticanze o lacune, ben consapevoli che non abbiamo le stesse  possibilità di intervento”. 

“Al contempo – sottolinea Febbo – la Regione porterà avanti il lavoro iniziato, utilizzando al meglio le risorse, individuate in sede di bilancio di previsione, anche questa un’assoluta novità, a disposizione per aiutare tutte le associazioni culturali attraverso una programmazione seria e mettendo in campo azioni concrete come sburocratizzare al massimo l’iter amministrativo, meno controlli fiscali e  per la prima volta mettere a disposizione un acconto dell’80% degli aventi diritto. Pertanto – conclude Febbo – sarà mia premura intervenire presso il Ministro Franceschini per avere risposte certe su un settore importante come la cultura e avere a disposizione ulteriori risorse per Istituzioni Culturali e  Teatri Abruzzesi”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *