sabato, Maggio 30, 2020
Home > Abruzzo > Covid-19, l’altruismo della Protezione Civile dell’ANA di Atri anche a Bergamo

Covid-19, l’altruismo della Protezione Civile dell’ANA di Atri anche a Bergamo

protezione civile

ATRI – Gli uomini della Protezione Civile del gruppo ANA di Atri sono stati inviati in supporto dell’ANA nazionale che gestisce servizi esterni dell’ospedale Covid della fiera di Bergamo, a portare il loro contributo volontario per far fronte alla difficile emergenza epidemiologica da Covid-19 che ha colpito molto duramente la città lombarda. Un gesto di solidarietà portato avanti dai volontari atriani, Alvaro GuardianiErcole Mongia e Luigi Collevecchio i quali sono impegnati, tra le altre cose, nel controllare tutti gli accessi alla struttura, nel misurare la temperatura corporea, nel trasporto di provette, medicinali e documenti dall’ospedale della fiera all’Ospedale Papa Giovanni XXIII.

L’organizzazione del lavoro è gestita in turni che vengono sostenuti con grande umanità, sacrificio e abnegazione. “Un impegno importante che fa onore alla nostra comunità – commenta il Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti – la nostra città ha fatto e sta facendo la sua parte egregiamente per combattere questa emergenza, con la conversione del nostro ospedale in Covid Hospital della provincia di Teramo e ora con l’invio di concittadini in una delle città più colpite dall’emergenza. Un plauso va all’ANA sezione Abruzzi, al gruppo di Protezione Civile di Atri e al suo capogruppo Alvaro Guardiani per l’impegno, la dedizione e l’altruismo dimostrato ancora una volta verso chi ha bisogno”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *