mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Addio Ennio Morricone, la tua arte vivrà per sempre

Addio Ennio Morricone, la tua arte vivrà per sempre

ennio morricone

La sua arte vivrà per sempre. Il leggendario compositore cinematografico Ennio Morricone è morto nella notte, all’età di 91 anni, in una clinica romana a causa delle conseguenze di una caduta.

La famiglia ne ha confermato il decesso affermando che ha “conservato fino all’ultimo piena lucidità e grande dignità”.

Morricone, secondo quanto asserito dagli stessi familiari, “ha salutato la sua amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni momento della sua vita umana e professionale e che gli è stata vicina fino all’ultimo respiro, ringraziato i suoi figli e nipoti per l’amore e la cura che gli hanno donato”.


Ha creato musica per oltre 400 film. Morricone è considerato uno dei compositori più influenti al mondo dopo aver scritto colonne sonore per il cinema (tra cui 70 film premiati), televisione e 100 opere classiche durante la sua illustre carriera.

Nel corso della sua vita, Morricone è stato compositore, musicista, direttore d’orchestra e arrangiatore.

A partire dal 1946 ha composto più di 100 brani classici, ma ciò che ha dato la fama mondiale a Morricone come compositore, sono state le musiche prodotte per il genere del western all’italiana, che lo hanno portato a collaborare con registi come Sergio Leone, Duccio Tessari e Sergio Corbucci, con titoli come la Trilogia del dollaroUna pistola per RingoLa resa dei contiIl grande silenzioIl mercenario, Il mio nome è Nessuno e la Trilogia del tempo.

Dagli anni settanta Morricone diventa un nome di rilievo anche nel cinema hollywoodiano, componendo musiche per registi americani come John Carpenter, Brian De Palma, Barry Levinson, Mike Nichols, Oliver Stone e Quentin Tarantino. Morricone ha scritto le musiche per numerose pellicole nominate all’Academy Award come I giorni del cieloMission e The Untouchables – Gli intoccabili.

Nel 2007 riceve il premio Oscar onorario alla carriera “per i suoi contributi magnifici all’arte della musica da film” dopo essere stato nominato per 5 volte tra il 1979 e il 2001 senza aver mai ricevuto il premio. Il 28 febbraio 2016, ottiene il suo secondo Oscar per le partiture del film di Quentin Tarantino, The Hateful Eight, per la quale si è aggiudicato anche il Golden Globe.

Morricone ha vinto anche tre Grammy Awards, quattro Golden Globes, sei BAFTA, dieci David di Donatello, undici Nastri d’argento, due European Film Awards, un Leone d’Oro alla carriera e un Polar Music Prize. Ha venduto inoltre più di 70 milioni di dischi.

La sua arte sopravviverà alla morte, perchè il genio e la creatività sono eterni, soprattutto se accompagnati dall’umiltà e dalla modestia che hanno contrassegnato l’indole del Maestro Morricone, mai avvezzo agli autoelogi: “Purtroppo sono talmente scettico sulle congratulazioni che mi fanno che penso soltanto se ho fatto il mio dovere.”
Ciao Ennio, ci mancherai.

Lucia Mosca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net