mercoledì, Settembre 30, 2020
Home > Abruzzo > Pesce sequestrato in tre pescherie delle Marche. Interventi dei Nas anche in provincia di Teramo

Pesce sequestrato in tre pescherie delle Marche. Interventi dei Nas anche in provincia di Teramo

Il NAS di Ancona, al termine di una serie di controlli, hanno segnalato amministrativamente i titolari di tre pescherie marchigiane per aver detenuto circa mezzo quintale di pesce privo di indicazioni utili a ricostruirne la tracciabilità. Gli alimenti, prontamente sequestrati dai militari, avevano un valore di mercato di circa 500 euro e la violazione contestata comporterà ai commercianti sanzioni per un totale di 5.500 euro.


Il NAS di Pescara, infine, al termine di una serie di controlli effettuati in provincia di Teramo, ha segnalato amministrativamente la titolare di uno stabilimento per la lavorazione di prodotti ittici. Nel corso di un’ispezione, infatti, i militari abruzzesi hanno rilevato inadeguatezze igienico sanitarie quali la scrostatura dell’intonaco con macchie di umidità, il ristagno delle acque di lavorazione e diversi residui alimentari sulla pavimentazione. L’azienda, inoltre, ometteva di attuare le procedure aziendali di rintracciabilità dei prodotti ittici lavorati e venduti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *