venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Marche > San Benedetto: abusivismo in spiaggia. Del Zompo – Gorini (Lega): “Fenomeno da combattere”

San Benedetto: abusivismo in spiaggia. Del Zompo – Gorini (Lega): “Fenomeno da combattere”

abusivismo

Abusivismo, il consigliere della Lega Emidio del Zompo ha presenziato all’incontro virtuale sul tavolo ordine e sicurezza insieme al Sindaco Pasqualino Piunti. Del Zompo è stato convocato in quanto si era occupato ed interessato del fenomeno dell’abusivismo in spiaggia ed in città, e commenta così l’incontro: “Come esponente della Lega, ma anche come operatore turistico, il fenomeno del’abusivismo in spiaggia lo considero assolutamente da combattere e da sconfiggere. Il Progetto Spiagge Sicure fu pensato e voluto da Salvini, e San Benedetto del Tronto beneficiò di un contributo di circa 50 Mila euro per fronteggiare questo imbarazzante fenomeno della vendita abusiva.

Dall’incontro sono state elaborate diverse soluzioni, la più importante è quella di multare i clienti che comprano, in particolare merce contraffatta, da questi mercatini sia in spiaggia che altrove.
Altra idea, in corso di valutazione, sarebbe quella di effettuare un operazione coordinata e congiunta fra le Forze dell’Ordine e la Polizia Municipale, di individuare le auto, i furgoni di questi venditori abusivi parcheggiate sul Lungomare o nelle immediate vicinanze e effettuare dei sequestri di tutta la merce.

Svolgere e ripetere questa operazione in maniera massiccia e continuativa in modo da scoraggiare e indebolire i venditori.”

Laura Gorini coordinatrice locale: “Il tema del contrasto all’abusivismo è molto caro alla Lega. La merce contraffatta crea un grave danno alla nostra economia e dietro chi commercia materiale abusivo vi sono pericolose sacche di criminalità che devono essere debellate. Mi rendo conto che non sia un fenomeno di facile risoluzione, ma il Progetto spiagge sicure voluto dall’allora Ministro Salvini ha gettato delle basi importanti per poterlo sconfiggere. È giusto che chi l’acquista beni irregolare sappia che può incorrere in sanzioni. La merce contraffatta può essere pericolosa; sarebbe utilissimo poter svolgere incontri a tema per sensibilizzare i cittadini sui rischi, le conseguenze e la pericolosità del mondo che ruota attorno all’abusivismo commerciale. Spesso dietro un acquisto inconsapevole c’è un intrigo di malaffari che non può in alcun modo essere incautamente incentivato.”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net