venerdì, Settembre 25, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film d’autore stasera in TV: “Dracula di Bram Stoker” domenica 23 agosto 2020

Il film d’autore stasera in TV: “Dracula di Bram Stoker” domenica 23 agosto 2020

film dracula di bram stoker

Il film d’autore stasera in TV: “Dracula di Bram Stoker” domenica 23 agosto 2020 alle 21:10 su PARAMOUNT Network (Canale 27)

Dracula di Bram Stoker (1992).png

Dracula di Bram Stoker (Bram Stoker’s Dracula) è un film del 1992 prodotto, co-scritto e diretto da Francis Ford Coppola, tratto dal romanzo Dracula (1897) dello scrittore irlandese Bram Stoker.

Anno 1462: dopo aver conquistato Costantinopoli i turchi dilagano in Europa, minacciando il mondo cristiano. Dalla Transilvania si leva, a difesa della Chiesa, un cavaliere romeno del Sacro Ordine del DragoneVlad Ţepeş conosciuto anche con il nome di “Draculea”. Tornato in patria vittorioso, scopre che l’adorata moglie Elisabeta, ricevuta la falsa notizia della sua morte in battaglia, inviata dai turchi per vendicarsi della sconfitta, si è tolta la vita gettandosi da una torre del castello. Alle parole del sacerdote che sentenziano la dannazione eterna di Elisabeta in quanto suicida, Vlad, accecato dall’ira e dal dolore, rinnega Dio e la Chiesa che aveva difeso, scatenando le forze del male e trasformandosi così nel vampiro Dracula.

1897: l’avvocato Jonathan Harker è incaricato dalla sua ditta di concludere un affare riguardante l’acquisto di case in diversi punti di Londra per conto di un eccentrico conte della TransilvaniaDracula. Questi, all’arrivo di Harker nel suo castello in Transilvania, osservando un’immagine della sua fidanzata, Mina Murray, riconosce in lei la reincarnazione della sua sposa Elisabeta e chiede a Jonathan di scriverle dicendole che si sarebbe trattenuto per un mese. Ben presto però Harker capisce di essere prigioniero. Durante il tetro soggiorno forzato (dove tre donne vampiro che vivono nel castello lo perseguitano), alternando lucidità e disperazione in una ormai palese prigionia, il giovane scopre la vera terrificante natura del conte, dapprima vedendolo arrampicarsi agilmente come lucertola sulle mura del castello, e scovandolo poi dentro un sepolcro da cui si risveglia uscendone fuori con un improvviso sobbalzo.

Dracula, partito per Londra a bordo di una nave, in una delle sue mutevoli forme animali uccide durante il viaggio tutto l’equipaggio dell’imbarcazione ”Demetrio”. Con l’arrivo della nave, un ringiovanito Dracula aumenta la sua influenza su Mina presentandosi a lei con il suo vero nome, principe Vlad, riuscendo a sedurla. Nel frattempo la migliore amica di Mina, l’aristocratica Lucy Westenra (prossima al matrimonio con Lord Arthur Holmwood) viene ripetutamente dissanguata dal conte, che garantisce così il proprio ringiovanimento. Lucy si affida alle cure del dottor Jack Seward, suo ex spasimante, che chiama in suo aiuto Abraham Van Helsing, docente universitario olandese che conosce la natura del vampirismo e che utilizza diversi meccanismi per cercare di neutralizzare il morbo. Il dottor Seward è anche il direttore del manicomio di Carfax Abbey, dove è ricoverato Renfield, impiegato della stessa ditta per cui lavora Harker (Jonathan ne aveva preso il posto dopo il sopraggiungere della sua pazzia), afflitto da una brama sanguinaria dopo un precedente viaggio in Transilvania.

Riuscito a fuggire dal castello nei Carpazi, Harker si rifugia in un convento, le cui monache informano Mina dell’accaduto. Nonostante la sua infatuazione per il principe Vlad, Mina raggiunge Jonathan e lo sposa. Dopo la partenza di Mina, per ottenere ulteriore linfa vitale, Dracula succhia il sangue di Lucy fino a ucciderla. Van Helsing comprende che il nemico da affrontare è colui che studia e insegue da molto tempo e così con Il dottor Seward, lord Arthur e il texano Quincey P. Morris, penetrano nella tomba della ragazza e pongono fine alla sua maledizione, “uccidendo” la vampira che è diventata e cessando la sua condizione dannata di non morta.

Per stanare il vampiro il gruppo si reca nella cattedrale usata come base di Dracula a Londra, dove distruggono le casse di terra della Transilvania di cui egli ha bisogno quando si trova lontano da casa. Dracula, costretto a scappare, si materializza nel manicomio e uccide il suo servo signor Renfield col quale era in contatto tramite telepatia, colpevole di averlo tradito, volendosi il soggiogato Renfield liberare dalla schiavitù mentale inflitta dal conte. Credendo di metterla al sicuro, il dottor Seward aveva portato anche Mina nello stesso posto, cosicché invece ella viene trovata dal vampiro che, inizialmente restio a condannarla alla dannazione eterna, alla fine, spinto dall’insistenza della donna che prova una viscerale attrazione per il principe, la morde sul collo tramutandola in un vampiro. Il professor Van Helsing con Harker, Morris, lord Arthur e il dottor Seward, danno la caccia al conte e Dracula braccato fugge trasformandosi in aspetti demoniaci mostruosi e in forma di colonia di topi, scappando poi da Londra via mare col suo corpo dentro una cassa caricata su un vascello per tornare in Transilvania, sua terra natia.

Il professor Van Helsing dispone una strategia di caccia al fuggitivo principe transilvano, così, lui insieme a Mina, Harker, il dottor Seward, lord Arthur e il texano Quincey P. Morris, intraprendono il viaggio all’inseguimento di Dracula. Tuttavia il conte è in contatto con la mente di Mina, quindi viene a conoscenza del loro piano. Per questo motivo il gruppo si dividerà, tentando così di anticipare Dracula prima che arrivi al castello. Van Helsing, mentre tiene in custodia Mina che manifesta i segni della metamorfosi del vampirismo, una volta giunto in prossimità della dimora del vampiro, trova la cripta dove nel loro spettrale sonno ci sono le tre spose secolari non morte di Dracula; le annienta decapitandole e gettando le loro teste nei dirupi. Dopo un lungo inseguimento tra le nevi dei Carpazi da parte di Morris, Harker, lord Arthur e il dottor Seward, prima che sopraggiunga il tramonto e Dracula si riappropri di piena forza e poteri, Dracula viene fermato alle porte del suo castello e gli zingari che lo trasportavano e lo servivano vengono uccisi. Jonathan Harker con un coltello apre la cassa dove si nasconde il conte vampiro e gli taglia la gola, Quincey Morris subito dopo trafigge col suo coltellaccio Dracula. Il vampiro sta quindi per essere ucciso ma in sua difesa si schiera Mina. I due si rifugiano nella cappella del castello, con il principe che si trascina agonizzante per le ferite ricevute. A questo punto egli stesso esorta Mina a salvarlo dalla sua condanna di essere per sempre un non morto, e la donna con un atto d’amore gli dona l’agognata pace, spingendo ancora più a fondo il coltello conficcato da Quincey nel cuore del conte Dracula e infine decapitandolo, nella cappella interna al castello, dove Dracula quattro secoli prima s’era tramutato in vampiro rinnegando Dio. Questo gesto libera anch’essa dalla dannazione del vampirismo. Quincey, ferito nelle colluttazioni con gli zingari al servizio del conte, muore. Nel finale del film l’inquadratura si sofferma sull’immagine del dipinto sulla volta della cappella raffigurante il principe Dracula da giovane con l’amata principessa Elisabeta, con l’affresco che torna a splendere di luce come solenne celestiale ascensione in un eterno ricongiungimento nella redenzione.

Regia di Francis Ford Coppola

Con: Luke Evans, Sarah Gadon e Charles Dance

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *