giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Italia > Il design italiano in mostra a Tokyo: viva il Made in Italy

Il design italiano in mostra a Tokyo: viva il Made in Italy

design

Il design italiano in mostra a Tokyo: viva il Made in Italy

Tokyo – Al via la quinta edizione di Italia, amore mio! (IAM) rassegna dedicata alla passione e al lifestyle italiano, organizzata dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone (ICCJ) oggi e domani a Tokyo.
Il tema di IAM 2020 e’ “Insieme”, per sottolineare l’importanza del contributo collettivo che in questo particolare momento storico e’ necessario per guardare avanti e prepararci al futuro.

Quest’anno IAM si fa portavoce della comunicazione del design italiano in
Giappone, il festival e’ presentato insieme alla quarta edizione dell’Italian
Design Day (IDD) 2020, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Giappone, l’Associazione per il Disegno Industriale (ADI), il Muse del
Compasso d’Oro, il patrocinio di ENIT e tutti gli attori del Sistema
Paese.

Una straordinaria vetrina per le imprese e i designer italiani con numerose iniziative per promuovere il design come espressione del “Made in Italy” ad un pubblico, quello giapponese, sempre più curioso e attento.
Numerosissimi gli ospiti che partecipano alla rassegna in versione fisica e
con collegamenti video dall’Italia, dal mondo dell’arte e del design a quello
dello spettacolo. Dagli architetti e designer Kengo Kuma e Toshiyuki Kita, a
Olimpia Zagnoli, Katsumi Komagata e Luca Barcellona per il mondo dell’illustrazione e della calligrafia, l’attore Tet Wada, la nota influencer Fujiwara

Shiori, il modello e attore Andrea Cocco. E ancora la LaPina ed Emiliano
Pepe in versione “autori”, la cantante Chiara Galiazzo, l’architetto
Francesco Librizzi, nominato design Ambassador dall’ IDD 2020, e molti altri. Nel cuore del quartiere di Omotesando e’ allestita Casa IAM che funge da piattaforma di incontri e da hub centrale dove i visitatori possono raccogliere informazioni sugli eventi satellite che si tengono nei luoghi più rappresentativi del “made in Italy” a Tokyo dal design alla moda. Al secondo piano di CASA IAM e’ allestita una mostra/installazione dove sono esposti oggetti iconici del design italiano vincitori delle passate edizioni del prestigioso premio Compasso d’ Oro.

Appuntamento importante di questa edizione e’ la presentazione in anteprima in Giappone, del Museo ADI, in prossima apertura a Milano, raccontato dalle voci di Luciano Galimberti, Presidente ADI e Umberto Cabini, Presidente Fondazione ADI. Infine vedremo la partecipazione degli ex alunni dell’Istituto Europeo di Design (IED) che per l’occasione hanno organizzato un live talk su progetti di moda sostenibile e mobilità elettrica.

Molti i ristoranti italiani coinvolti per presentare un viaggio culinario “speciale” per degustare, solo per il weekend del festival, il menu “Italia, amore mio!” e celebrare la quinta edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Italia amore mio! il più grande festiva Italiano in Giappone e il design, di cui da sempre l’Italia è portavoce nel mondo, “insieme” per far nascere nuove collaborazioni e dare un messaggio di voglia di ripartire.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *