domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Abruzzo > L’Aquila, funerale su zoom dei Testimoni di Geova: 850 collegati sul web

L’Aquila, funerale su zoom dei Testimoni di Geova: 850 collegati sul web

L’Aquila – Erano 850 i collegamenti in streaming sabato mattina, per il funerale di Danilo Tresca, il 24enne morto tragicamente in un incidente stradale martedì sera nelle vicinanze dell’Aquila. Il funerale è stato organizzato dalla comunità dei Testimoni di Geova aquilana di cui Danilo faceva parte.

La morte del giovane ha chiaramente suscitato dolore e sgomento tra i suoi familiari, colleghi di lavoro, ex compagni di scuola e fra i suoi numerosi confratelli. Per l’occasione, i Testimoni di Geova locali, che come in tutta Italia dall’inizio della pandemia hanno chiuso per motivi di sicurezza il loro luogo di culto, hanno ugualmente svolto la cerimonia funebre, grazie alla trasmissione dell’evento sulla piattaforma Zoom. Questo ha permesso a centinaia di amici e conoscenti di Danilo collegati da diverse province italiane di essere presenti e dare il loro conforto alla famiglia anche a distanza.

Un modo per coniugare il sentimento di pietà, il desiderio di dare il proprio sostegno alla famiglia e il senso di responsabilità, necessario per evitare possibili contagi in questo periodo di emergenza sanitaria.

I genitori Fausto e Lina, le sorelle Alessia e Laura, i nonni, gli zii e altri familiari, pur addolorati, hanno affermato di aver molto apprezzato la vicinanza della comunità e di tanti altri che si sono stretti alla famiglia, anche se solo in maniera virtuale.

Durante il discorso funebre sono stati richiamati diversi passi della Bibbia relativi la resurrezione dei morti, comprese le testimonianze evangeliche dei miracoli di Gesù che riporta in vita alcuni suoi contemporanei. E’stato ricordato che lo stesso Danilo dedicava molto del suo tempo, per divulgare questa credenza ai suoi conoscenti e ad altri. E lo ha fatto anche negli ultimi giorni, pur con metodi alternativi al porta a porta classico dei Testimoni di Geova, a causa delle restrizioni sanitarie. Poi la salma è stata tumulata nel cimitero di Tornimparte.

Alla fine della cerimonia sono stati mandati in onda un video tratto dal sito jw.org e una foto del giovane.

L’evento di ieri mattina, costituisce un esempio notevole di come sia possibile unire il sentimento di compassione sempre vivo e forte e il rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net