giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Lazio > Coronavirus, i no vax ingiuriano e minacciano sui social l’infermiera Claudia Alivernini

Coronavirus, i no vax ingiuriano e minacciano sui social l’infermiera Claudia Alivernini

coronavirus

Coronavirus, i no vax ingiuriano e minacciano sui social l’infermiera Claudia Alivernini

ROMA – Coronavirus, negazionisti e no Vax schierati contro l’infermiera Claudia Alivernini (29 anni), prima sanitaria italiana che nel Lazio, il 27 dicembre scorso ha ricevuto, con orgoglio, il vaccino antiCovid Pfizer-Biontech, presso l’Istituto Spallanzani.

“Vaccinarsi è un atto d’amore e di responsabilità nei confronti della collettività. Con orgoglio rappresento tutti gli operatori sanitari che come me sono stati in prima linea durante questa pandemia” ha detto l’infermiera 29enne, che a seguito di insulti e minacce è stata costretta a rivolgersi alla polizia postale e cancellare i suoi social.

A seguito di tale accaduto, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha dichiarato la sua solidarietà nei confronti della ragazza, scrivendo sulla sua pagina Facebook le seguenti parole,

“Claudia è la prima vaccinata in Italia contro il Covid. È stata travolta da messaggi e attacchi no vax, al punto di dover chiudere i suoi social. Il suo sorriso ci ha raccontato una storia di forza e speranza. Una professionista che ha combattuto il Covid, come tante e tanti giovani che si sono improvvisamente trovati in prima linea, il 27 dicembre è stata la prima vaccinata del Lazio e d’Italia.Chi l’ha costretta a eliminare i suoi social e la sta minacciando dovrebbe vergognarsi. Siamo con te Claudia e con tutto il personale sanitario che ha lottato in questi mesi! Un grande abbraccio”.

Anche l’infermiera Claudia Alivernini, ancora oggi, come tanti sanitari presenti nel mondo, si trova in prima linea, pronta ad assistere con cura e professionalità i pazienti positivi al virus Covid-19.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net