martedì, Novembre 30, 2021
Home > Abruzzo > Paolucci (Pd): “bilancio regionale con risorse ridotte”

Paolucci (Pd): “bilancio regionale con risorse ridotte”

SIR

Paolucci (Pd): “bilancio regionale con risorse ridotte”

PESCARA – Sul Bilancio Regionale approvato, Silvio Paolucci, il Capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale ha commentato: “Un bilancio regionale con risorse ridotte per 50 milioni di euro con tagli “alla romana” in tutti i settori e tutti a carico degli abruzzesi”.

“Un documento che si presenta illegittimo – ha dichiarato Paolucci – già prima di essere approvato e di cui abbiamo già da tempo denunciato i vizi essenziali; e il parere del Collegio dei Revisori dei Conti arrivato ieri non solo ci dà ragione, ma va ben oltre”

I VARI TAGLI AL BILANCIO REGIONALE DELLA GIUNTA MARSILIO ELENCATI DA SILVIO PAOLUCCI, CAPOGRUPPO DEL PARTITO DEMOCRATICO IN CONSIGLIO REGIONALE:

SOCIALE:

“Il sociale – ha dichiarato il Capogruppo in Consiglio Regionale- è il comparto più colpito, perché perde oltre 12,5 mln, cosa che incide sugli interventi per la disabilità, per i soggetti a rischio esclusione sociale e per gli anziani, ma anche con una netta riduzione della quota di compartecipazione alla spesa socio-sanitaria, quindi minore sostegno a chi ha bisogno”.

L’ISTRUZIONE:

“L’istruzione e diritto allo studio – ha continuato Paolucci – sono l’altro settore con tagli sensibili, circa 8 mln: parliamo soprattutto di Università, di trasferimenti alle ADSU, di borse di studio, ma anche di trasporto e assistenza scolastica agli studenti disabili, tutti questi campi subiranno svantaggi.”

TRASPORTO PUBBLICO:

“Anche al trasporto pubblico locale – ha spiegato l’esponente Pd in Consiglio Regionale – mancheranno 8 milioni, con pesanti contraccolpi dopo le privatizzazioni e tagli di chilometri già operati nel recente passato. A rischio nel TPL anche il pagamento dei contratti in essere, visto che il pagamento completo dei contratti di servizio è subordinato allo scenario macroeconomico dell’economia abruzzese nel corso del prossimo esercizio. Una cosa che mai si era vista prima e che è stata censurata finanche dall’Organismo di controllo”.

AGRICOLTURA:

“Nel settore dell’agricoltura, la mannaia prevede un taglio di oltre 2,3 mln di euro, tagli anche per la pesca, mentre per le politiche per il lavoro e la formazione professionale raggiunge i 2,4 mln” ha puntualizzato il capogruppo Pd.

PROTEZIONE CIVILE:

“Nemmeno tale sistema è stato risparmiato, con un taglio di oltre 750.000,00, nonostante l’emergenza pandemica che richiederebbe maggiori sforzi per fronteggiare adeguatamente la crisi in attoha detto Paolucci.

CULTURA:

“Il mondo culturale – attacca Silvio Paolucci – avrà tagli per circa 600.000 euro, con il fondo unico per la cultura ridotto e trasferimenti per importanti iniziative culturali che, dopo anni di segno più, vedono una contrazione di circa 10.000 come per il Premio Silone ed altre manifestazioni storiche abruzzesi. • Gli altri 15 mln di tagli afferiscono a tutti gli altri settori, dai tagli allo sport per l’organizzazione di eventi di livello internazionale e nazionale al sostegno alle imprese, che ancora attendono le risorse promesse lo scorso aprile”.

“Quanto alla Sanità – ha concluso l’esponente del Pd – oltre alla mancanza di gestione dell’emergenza finita sulle cronache nazionali e alla carenza dei vaccini antinfluenzali chi governa non fa programmazione, tutti gli atti sono ancora firma della Giunta precedente, piano sanitario e rete ospedaliera 2019/21 ad inizio 2021 non esiste ancora. Durante i lavori hanno confermato risorse per circa 500 milioni per edilizia sanitaria procurati dal centrosinistra, 143 dei quali già trasferiti per cassa e fermi per totale incapacità della maggioranza di deciderne la programmazione. E così con risorse pronte aspettano inutilmente gli investimenti su L’Aquila, Avezzano, Teramo, Giulianova, Sulmona, Penne, Chieti, Lanciano e Vasto”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net