lunedì, Gennaio 25, 2021
Home > Marche > Eccessi di Capodanno: aggrediti medici e carabinieri nel pesarese

Eccessi di Capodanno: aggrediti medici e carabinieri nel pesarese

roma

Eccessi di Capodanno: aggrediti medici e carabinieri nel pesarese

FANO (PESARO URBINO) – I carabinieri di Fano hanno tratto in arresto un 24enne e denunciato il fratello 21enne, fanesi ma di origini sudamericane, per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali nei confronti del personale sanitario in turno durante la notte di Capodanno. Poco dopo la mezzanotte i carabinieri e il 118 sono intervenuti presso l’abitazione dei due giovani, perché il minore era in stato di incoscienza dopo avere bevuto troppo.

Mentre il medico stava prestando le prime cure al 21enne, già caricato sulla barella per essere trasportato in ospedale, è stato aggredito dal fratello maggiore, che lo ha colpito con una spallata alla schiena, prima di essere bloccato dai carabinieri. Il 24enne si è accanito anche contro i militari (alcuni hanno riportato lievi lesioni), tanto da costringerli a dichiararlo subito in arresto e condurlo in caserma.

Durante l’udienza di convalida e giudizio per direttissima, il 24enne ha patteggiato ieri la pena di 6 mesi di reclusione con la condizionale. Intanto il fratello minore, dopo le prime cure al pronto soccorso, si è strappato la flebo dal braccio e ha messo a soqquadro il reparto, scaraventando a terra barelle e suppellettili; ha poi aggredito anche lui un medico e un’infermiera, prendendoli a schiaffi e nel caso del medico spintonandolo fino a farlo cadere a terra.

Di nuovo è stato necessario l’intervento dei carabinieri, tra i quali uno di quelli feriti durate l’aggressione precedente, che si trovava in una stanza vicina, per bloccarlo. E’ stato ricoverato tutta la notte presso l’ospedale in osservazione e dimesso solo nella serata di Capodanno.   Dagli accertamenti successivi è emerso che in compagnia dei due fratelli c’erano altri 4 giovani, che sono stati sanzionati per il mancato rispetto delle misure anti covid previste per il Capodanno. (ANSA)

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *