venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Lazio > Codici: class action per i voli cancellati fino al 15 gennaio

Codici: class action per i voli cancellati fino al 15 gennaio

codici

Codici: class action per i voli cancellati fino al 15 gennaio. “Gli italiani bloccati in Gran Bretagna devono essere rimborsati e risarciti

Rimborso, indennizzo e risarcimento. Sono le richieste dell’associazione Codici, che ha avviato una class action per tutelare gli italiani rimasti bloccati in Gran Bretagna in seguito agli ultimi sviluppi della pandemia legati alla variante del Coronavirus.

“I passeggeri dei voli con partenze previste dal 23 dicembre al 15 gennaio – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – in caso di cancellazione senza un preavviso di almeno 14 giorni hanno diritto non solo al rimborso integrale di quanto pagato, ma anche agli indennizzi contrattuali previsti dal Regolamento CE 261/2004, che variano dai 250 ai 600 euro in base alla lunghezza della tratta, al rimborso delle spese sostenute fino alla nuova partenza ed al risarcimento dei danni conseguenti alla frapposizione di ostacoli all’esercizio dei propri diritti, a mezzo di pratiche scorrette, poste in essere con evidenti profili di aggressività e ingannevolezza. Abbiamo deciso di avviare una class action per i passeggeri vittime di queste cancellazioni per evitare che oltre al danno della permanenza forzata negli aeroporti del Regno Unito, debbano subire anche la beffa del mancato risarcimento”.

“Ai passeggeri spetta non solo il rimborso del costo dei biglietti – aggiunge Stefano Gallotta, Responsabile Trasporti e Turismo di Codici – e delle spese sostenute a causa delle cancellazioni, ma anche l’indennizzo contrattuale ed il risarcimento dei danni. Risarcimenti che chiederemo di quantificare in via equitativa ma con severità, in ragione del contesto emergenziale in cui sono stati violati i diritti dei consumatori”.

Gli italiani rimasti bloccati in Gran Bretagna che hanno acquistato un biglietto aereo con partenza dal 23 dicembre al 15 gennaio e stanno incontrando difficoltà nell’ottenere il giusto e doveroso rimborso da parte delle compagnie possono richiedere l’assistenza dell’associazione Codici scrivendo a segreteria.sportello@codici.org.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *