lunedì, Aprile 12, 2021
Home > Marche > San Benedetto del Tronto, l’assessore Pepa sui presunti vaccini fuori lista

San Benedetto del Tronto, l’assessore Pepa sui presunti vaccini fuori lista

san benedetto

San Benedetto del Tronto, l’assessore Pepa sui presunti vaccini fuori lista

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo: “Leggo dalla stampa locale di una grave lamentela da parte di rappresentanti del PD, relativamente a chi abbia usufruito dei vaccini senza averne diritto o meglio non abbia rispettato la cronologia prevista dalla legge per le vaccinazioni.

Ricordo che il direttore dell’area vasta, Dr. Cesare Milani, in un articolo sul Resto del Carlino del 10 febbraio 2021, affermò che “per non sprecare qualche dose che avevamo ricavato in più sono state chiamate persone non in elenco, ma è accaduto solo nei primi giorni quando non avevamo ancora operato previsto l’Over Booking. Per cui sono tranquillissimo sugli esiti degli accertamenti della Procura perché, di fatto, abbiamo solo badato a non buttare nessuna delle preziose dosi di vaccino anticovid – 19, e mi piace ricordare che siamo pur sempre l’area vasta delle Marche che ha fin qui vaccinato più persone”.

Prosegue il Direttore dicendo di aver consegnato al Procuratore capo Umberto Monti gli elenchi delle persone vaccinate delle persone del 2 e 3 gennaio scorsi, oggetto di un’inchiesta della magistratura ascolana, partita dalla segnalazione del Presidente dell’ordine dei medici di Ascoli Piceno.

Non entro assolutamente nel merito dell’inchiesta della Procura, che valuterà se sussistano o meno estremi di reato a seguito di comportamenti presuntamente illeciti, anche se so che molte procure hanno aperto indagini su tale questione.

 La richiesta dalla segreteria del PD di avere l’elenco dei nominativi che avrebbero usufruito in maniera irregolare dei vaccini è di interesse comune, che mi sento, quindi, di condividere, anche se come avvocato affermo che non è possibile detta pubblicazione dei nominativi che hanno effettuato tali vaccinazioni, per tutela legislativa, salvo che il Procuratore della Repubblica non decida di acquisire gli elenchi.

 Certamente, riterrei più opportuno consegnare gli elenchi che vanno dall’inizio delle prime vaccinazioni effettuate alla fine del dicembre 2020, almeno sino alla fine del mese di gennaio 2021, e quindi non solamente limitato ai giorni del 2 e 3 gennaio.

Tale ampia disamina permetterebbe di conoscere ad ampio raggio la situazione vaccinale.

Considerato che non sarà possibile acquisire i nomi dei presunti irregolari, voglio comunque sgombrare il campo da ogni equivoco, ritenendo che non ci sono state, a mio giudizio, le presunte irregolarità e, proprio per fugare tali dicerie, basterebbe che coloro i quali hanno compiti di organizzazione della vaccinazione ed esecuzione della vaccinazione  dell’Area Vasta 5, possano affermare, impegnando la propria parola, che le persone vaccinate non in elenco, non erano i loro figli, mogli, fratelli, mariti, parenti, conviventi, o dipendenti dell’Area Vasta 5.

Piacerebbe, poi, che il Direttore dell’Area Vasta 5, ci indicasse non i nominativi, ma il numero dei presunti vaccinati fuori lista.

  Attendo insieme alla segreteria del PD e ai cittadini sanbenedettesi di avere una risposta chiarificatrice da parte degli organizzatori e degli esecutori dei vaccini che possa fugare ogni maldicenza”.

Assessore al Bilancio – Avv. Gian Luigi Pepa

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *