venerdì, Maggio 14, 2021
Home > Italia > Infiltrazioni mafiose nella campagna vaccinale nazionale: le indagini

Infiltrazioni mafiose nella campagna vaccinale nazionale: le indagini

organizzazioni crominali

La commissione antimafia italiana sta indagando se le organizzazioni criminali stiano intervenendo nella distribuzione dei vaccini nel Paese

I funzionari italiani temono che alcune organizzazioni criminali altamente radicate del paese si siano infiltrate nella campagna di vaccinazione contro il coronavirus. 

Sono emersi diversi rapporti che affermano che gli anziani nel paese hanno dovuto pagare prezzi elevati per le dosi di vaccino Covid-19. È diventata una lamentela comune tra le persone anziane che lunghe attese e ingenti somme siano diventate la regola. La commissione antimafia del parlamento italiano ha risposto alla crisi aprendo un’indagine su diversi gruppi mafiosi sospettati di essersi infiltrati nelle filiere di rifornimento dei vaccini.

Il sud del paese è l’area dove la mafia generalmente esercita maggiormente la sua influenza sugli operatori sanitari e sulle autorità.

A differenza di molti altri paesi europei, il numero di morti per Covid-19 è di nuovo in aumento in Italia poiché alcune persone, tra cui il primo ministro Mario Draghi, accusano le giovani generazioni di essere in coda per le vaccinazioni e di causare ritardi ad altre. 

“Smettetela di vaccinare le persone che hanno meno di 60 anni, smettetela di vaccinare i giovani”, ha detto Draghi in una conferenza stampa giovedì, alzando la voce in un appassionato appello.

Il paese soffre anche di un sistema sanitario frammentato in base al quale le regioni prendono la maggior parte delle proprie decisioni e il governo centrale lotta per imporre una strategia chiara.

“Con quale coscienza qualcuno salta la fila, sapendo che sta esponendo qualcuno che ha più di 75 anni o è fragile al rischio di morte”, ha detto Draghi.

L’Italia ha il secondo più alto numero di vittime del coronavirus in Europa e il settimo più alto al mondo. Attualmente sta assistendo a circa 400 morti al giorno nonostante i forti freni agli affari e ai movimenti che sono stati in atto per la maggior parte di quest’anno.

Secondo l’Institute for International Political Studies (ISPI), quasi 8.000 vite avrebbero potuto essere salvate da gennaio se gli anziani avessero avuto la priorità nell’ottenere le loro dosi di vaccino anti-Covid-19.

Insieme ai dibattiti in corso sull’inefficienza del sistema sanitario italiano, crescono le preoccupazioni per le infiltrazioni della mafia e dei loro amici che vengono “vaccinati in anticipo”.

In Puglia, regione meridionale dell’Italia, il numero di operatori sanitari da vaccinare è discutibilmente aumentato.

La libera interpretazione delle linee guida del Ministero della Salute apre la strada alle 20 regioni del paese per allocare e distribuire il vaccino di Covid-19 a beneficio di individui ben collegati come politici, giudici, avvocati e altri. 

In tutta Italia ci sono almeno 1.000 sospettati di saltare la coda, 150 nella sola Palermo, che sono stati indagati dalle varie forze dell’ordine e dalle forze dell’ordine.

Questa situazione ha spinto le commissioni antimafia in parlamento a rivelare i nomi di coloro che hanno ricevuto i vaccini.

“Vengono vaccinate persone che sono al di fuori di qualsiasi categoria prioritaria specificata dal governo, in particolare in alcune regioni dove c’è un’alta densità di mafia, e sospettiamo che la mafia stia gestendo le vaccinazioni”, ha detto Mario Giarrusso, membro della commissione.

Il sindaco di Corleone in Sicilia si è dimesso dopo che lui e un altro membro della sua squadra hanno abusato del loro potere per spingersi in prima fila.

Più di 110.000 persone sono morte di Covid-19 in Italia, il settimo conteggio più alto al mondo. La loro età media era di 81 anni e l’86% di loro aveva 70 anni o più, secondo quanto mostrato dai dati dell’istituto sanitario nazionale dell’ISS.

Molti paesi, inclusi Gran Bretagna e Stati Uniti, hanno vaccinato per primi gli anziani, riconoscendo la loro maggiore vulnerabilità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.