martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “La santa di Bleecker Street” di Menotti dell’11 luglio alle 10 su Rai 5: dal Teatro Nuovo di Spoleto

Anticipazioni per “La santa di Bleecker Street” di Menotti dell’11 luglio alle 10 su Rai 5: dal Teatro Nuovo di Spoleto

la santa

Anticipazioni per “La santa di Bleecker Street” di Menotti dell’11 luglio alle 10 su Rai 5: con la regia di Gian Carlo Menotti e la direzione di Tzimon Barto dal Teatro Nuovo di Spoleto

File:Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti.JPG - Wikipedia

Per la Grande Musica Lirica in TV in onda oggi domenica 11 luglio alle 10 su Rai 5 l’opera “La Santa di Bleecker Street” di Gian Carlo Menotti nell’allestimento andato in scena per il “Festival dei Due Mondi” nel 2001 dal Teatro Nuovo di Spoleto.

Un dramma che valse a Gian Carlo Menotti il secondo premio Pulitzer: è “La Santa di Bleecker Street” che Rai Cultura propone domenica 11 luglio alle 10.00 su Rai5, nell’ambito dell’omaggio al maestro Menotti, a centodieci anni dalla nascita. La versione proposta è quella messa in scena nel 1986 al Teatro Nuovo di Spoleto dallo stesso Menotti, in occasione della ventinovesima edizione del Festival dei due Mondi. L’opera è ambientata nel quartiere italo-americano di Little Italy a New York City nel 1954, e narra le vicende di Annina, giovane religiosissima segnata dalle stimmate e preda di visioni mistiche, e suo fratello Michele, ateo convinto. Sul podio Tzimon Barto, mentre nel cast figurano Graziella Biondini, Edoardo Guarnera, Margaret Haggart, Carol Joy Evans, Gabriele Monici. Regia teatrale di Gian Carlo Menotti, regia tv di Fernanda Turvani.

La Santa di Bleecker Street è un’opera in tre atti di Gian Carlo Menotti su libretto originale in lingua inglese dello stesso compositore. La prima avvenne al Broadway Theatre (per la New York City Opera) nella Midtown Manhattan di New York il 27 dicembre 1954. David Poleri e Davis Cunningham si alternarono nell’interpretazione del ruolo di Michele sotto la direzione di Thomas Schippers. Vennero date 92 repliche consecutive. The Saint of Bleecker Street fece vincere a Menotti il Premio Pulitzer per la musica nel 1955 ed il New York Drama Critics’ Circle come miglior opera teatrale in musica[1].

Le scenografie per la rappresentazione di The Saint of Bleecker Street vennero approntate dal pittore simbolista George Tooker e si basavano su elementi del suo dipinto The Subway, attualmente nella collezione del Whitney Museum of American Art.

La prima rappresentazione in Europa ebbe luogo alla Scala di Milano l’8 maggio 1955 nella sempre con la direzione di Shippers[2]; l’opera, intitolata La santa di Bleecker Street, fu eseguita in lingua italiana, nella versione ritmica di Fedele D’Amico[3]La santa di Bleecker street fu messa in scena successivamente nel Festival dei Due Mondi di Spoleto, sotto la direzione di Thomas Schippers e di Tzimon Barto.

Trama

L’opera è ambientata nel quartiere cattolico di Little Italy a New York City nel 1954. Annina, una semplice e giovane donna è segnata dalle stimmate. Ella ode spesso voci ed è oggetto di visioni angeliche. Suo fratello Michele è un ateo che ha un senso di spiccata protezione verso la sorella. Egli crede che la sorella necessiti di un ricovero ospedaliero ma nello stesso tempo non riesce a fermare la moltitudine di vicini che credono sua sorella una santa. L’amante di Michele, Desideria, deride Annina, dicendo che Michele non vuole sposarla perché in realtà ama la sorella, e Michele nell’ira la uccide: Braccato dalla polizia viene infine arrestato, mentre Annina muore di consunzione fra le braccia di Don Matteo e per tutti diventa santa.