mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Luca Marovino, intervista all’artista – scultore di Carrara

Luca Marovino, intervista all’artista – scultore di Carrara

PESCARA – Abbiamo intervistato Luca Marovino, artista e scultore proveniente da Carrara che ha partecipato nel mese di Agosto 2021 alle 10 Giornate in Pietra di Lettomanoppello, lasciando alla Città della Pietra della Maiella uno dei bassorilievi che hanno adornato le strade di borgo abruzzese che può essere da ora considerato una vera e propria “Città dei Murales”.

Ci parli brevemente di Lei ? “Sono un artista – scultore proveniente da Carrara, docente dell’Accademia Belle Arti di Frosinone. Lavoro a Carrara in laboratori insieme ad altri artisti, partecipo in giro a mostre e simposi”.

In Abruzzo era mai stato in passato? “In Abruzzo, non è la prima volta che partecipo a questo tipo di manifestazioni, una terra che mi ha accolto sempre con grande amicizia e calore, per la quale metto a disposizione tutta la mia poesia di artista, essendo stato in varie località della Maiella come Rapino e Castiglione Messer Marino. Sono stato anche nel vicino Molise a Pescopennattaro”.

Cosa ha dedicato a Lettomanoppello? “A Lettomanoppello ho lasciato un bassorilievo con due lastre, una dedicata ai minatori e una agli scalpellini, ossia i due mestieri che sono parte integrante di questa località, con un santo patrono per ognuno di essi, ovvero Santa Barbara per i minatori e San Claudio, uno dei quattro coronati patroni degli scalpellini”. 

Cristiano Vignali