giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “Caccia a Ottobre Rosso” sabato 18 settembre 2021

Il film consigliato stasera in TV: “Caccia a Ottobre Rosso” sabato 18 settembre 2021

caccia a ottobre rosso

Il film consigliato stasera in TV: “Caccia a Ottobre Rosso” sabato 18 settembre 2021 alle 21:30 su TV 8  

Caccia a Ottobre Rosso - Wikipedia

Caccia a Ottobre Rosso (The Hunt for Red October) è un film statunitense del 1990 diretto da John McTiernan con Sean Connery, Alec Baldwin e Sam Neill, tratto dal romanzo La grande fuga dell’Ottobre Rosso di Tom Clancy. Prodotto appena dopo la caduta del muro di Berlino, è la prima pellicola a portare sul grande schermo il personaggio di Jack Ryan.

La vicenda è ambientata nel 1984 in piena Guerra Fredda, principalmente nell’Oceano Atlantico settentrionale. Il comandante sovietico Marko Ramius, chiamato “Vilnius Nastavnik” (traduzione errata[1] de “Il maestro di Vilnius“) in riferimento alla sua origine lituana e alle sue funzioni di addestratore dei comandanti dei sottomarini sovietici, è al comando di un nuovo tipo di unità navale sovietica, il sottomarino nucleare della classe Typhoon Ottobre Rosso. Esso è dotato di un dispositivo di propulsione magnetoidrodinamica[2] di nuova concezione, chiamato anche Caterpillar, che consente all’unità di muoversi silenziosamente, senza l’ausilio di eliche o altre parti in movimento.

L’Ottobre Rosso viene fatto salpare con lo scopo di verificare l’efficienza del nuovo metodo di propulsione, con l’assistenza del sottomarino classe Alpha Konovalov, comandato da un allievo di Ramius, il comandante Tupolev. Tutto l’equipaggio dell’Ottobre Rosso è convinto di dover portare a termine tale obiettivo ma in realtà il comandante Ramius, insieme con un gruppo di ufficiali, è segretamente in rotta verso le coste degli Stati Uniti d’America, con lo scopo di disertare e consegnare il sottomarino nelle mani del nemico. Il comandante Ramius uccide l’ufficiale politico Putin nella sua cabina rompendogli il collo e buttando del tè sul pavimento per far credere ad un incidente, e brucia i documenti sui quali erano scritti gli obbiettivi della missione. Quando arriva il momento di comunicare all’equipaggio lo scopo della missione, questi attivano il Caterpillar (la macchina utilizzata per l’utilizzo della “propulsione silenziosa”) e cantano l’inno nazionale. Il sommergibile USS Dallas, della classe Los Angeles, pedina il sommergibile sovietico, ma ne perde le tracce quando questo attiva il Caterpillar.

Successivamente durante il pranzo, Ramius dà altre direttive ai suoi ufficiali complici. Le motivazioni che lo spingono a tale gesto sono sia di natura politica, sia relative a una crisi personale in seguito alla morte della moglie. I movimenti dell’unità sovietica vengono tenuti strettamente d’occhio dal governo statunitense, che nutre l’ovvio timore che il sottomarino si stia avvicinando alle coste americane allo scopo di sferrare un attacco nucleare contro la nazione. La commissione di sicurezza che si riunisce per valutare la situazione inizialmente ritiene che la decisione provenga direttamente da Mosca; successive intercettazioni confermano però che, prima di salpare, il comandante Ramius aveva inviato una lettera all’ammiraglio Juri Padorin comunicando la propria intenzione di disertare. In seguito a questo fatto, l’intera flotta del Nord è salpata da Murmansk con l’ordine di scovare l’Ottobre Rosso e di affondarlo. L’Unione Sovietica vuole a tutti i costi evitare che i propri segreti tecnologici cadano in mani nemiche, ma questa motivazione non viene compresa dalla commissione di sicurezza americana, che invece ritiene che il comandante sia in preda alla follia e Mosca stia semplicemente tentando di evitare che il comandante possa lanciare i propri missili balistici contro la nazione.

Un primo tentativo di distruggere l’Ottobre Rosso da parte dei russi avviene quando questo sta seguendo una rotta attraverso dei canyon sottomarini, conosciuta come “Rotta Rossa Uno”, che termina in prossimita di una formazione rocciosa chiama “I Gemelli di Thor”, verso le coste dell’Islanda. Un bombardiere pesante sovietico Tupolev Tu-95 sgancia in mare un siluro che grazie all’audacia di Ramius va, seguendo le eliche del sottomarino, a sbattere contro una delle pareti del canyon. Il comandante fa poi passare l’incidente come un’esercitazione. Il siluro era stato in grado di seguire le eliche funzionanti del sottomarino a causa di una precedente avaria al Caterpillar, che aveva obbligato il sommergibile a muoversi con i motori convenzionali. Il Dallas, nel frattempo, era riuscito a rintracciare con vari contatti sonar l’Ottobre Rosso grazie all’ufficiale sonar Ronald Jones: quando il Caterpillar fu attivato per la prima volta, il sonar aveva segnalato un suono corrispondente ad “attività sismica”, che poi però fu registrato e accelerato per dieci volte, e il rumore risultante risultò uguale a quello prodotto da macchine. Con questo metodo il Dallas resta in coda all’Ottobre Rosso, e quando questo utilizza le sue eliche, riesce a restargli alle spalle per non entrare nella portata acustica del sonar sovietico, nonostante le manovre del sommergibile di Ramius.

All’interno della commissione americana, composta prevalentemente da alti ufficiali della marina, solamente un analista della CIAJack Ryan, ritiene che Ramius e il suo equipaggio vogliano in realtà disertare. Il governo degli Stati Uniti decide di inviare Ryan nel teatro delle operazioni, a bordo della portaerei Enterprise, dicendogli chiaramente che ha a disposizione meno di tre giorni per provare la realtà delle proprie ipotesi, prima che anche la flotta americana si impegni per la distruzione del sottomarino. In accordo con il comandante della portaerei, Ryan sale a bordo del sottomarino americano classe Los Angeles USS Dallas e da qui, grazie all’esperienza di Jones e del comandante del sottomarino Bart Mancuso, riesce a stabilire un contatto con l’Ottobre Rosso e a guadagnarsi la fiducia di Ramius. Nel frattempo, il Caterpillar riprende a funzionare, con gli ufficiali a conoscenza del fatto che l’avaria fosse dovuta ad un sabotaggio. A questo punto viene simulata un’avaria al reattore nucleare all’interno dell’Ottobre Rosso in modo da convincere l’intero equipaggio, meno gli ufficiali più fidati, ad abbandonare il vascello per rifugiarsi sulle zattere di salvataggio. Il comandante dichiara ai propri marinai l’intenzione di immergersi nuovamente e affondare il sottomarino per non farlo cadere in mani nemiche, ma in realtà consente a Ryan, e ad altri ufficiali del Dallas, di salire segretamente a bordo, chiedendo poi asilo politico per sé e per i propri ufficiali in cambio della consegna della nave.

Dopo una serie di attacchi sovietici, sventati grazie all’abilità tattica congiunta di Marko Ramius e di Bart Mancuso, e dell’intervento di Ryan che riesce a neutralizzare un cuoco dissidente (che è in realtà un “agente politico”, cioè un agente del KGB sotto copertura incaricato del controllo del sottomarino), intenzionato a far esplodere il sottomarino, la vicenda si concluderà negli Stati Uniti, alla foce di un fiume al riparo dallo sguardo dei satelliti spia sovietici.

L’equipaggio del sottomarino russo viene salvato dalle navi di soccorso americane e convinto dell’affondamento, in modo che i sovietici non possano sospettare che il loro segreto militare sia stato trafugato.

Regia di John McTiernan

Con: Sean Connery, Alec Baldwin e Sam Neill

Fonte: WIKIPEDIA