mercoledì, Gennaio 26, 2022
Home > Italia > Filippo Ortenzi, Metropolita d’Italia sulla Chiesa Ortodossa Italiana

Filippo Ortenzi, Metropolita d’Italia sulla Chiesa Ortodossa Italiana

ROMA – La Chiesa Ortodossa Italiana (COI) nasce dalla volontà di creare in Italia una realtà ortodossa nazionale, indipendente, unendo  sotto una giurisdizione unitaria le molte realtà ortodosse autocefale formate soprattutto da italiani presenti in Italia.Per conoscere meglio questa realtà abbiamo intervistato Filippo Ortenzi,  Arcivescovo di Roma e Metropolita d’Italia:
– Ci parli brevemente del organizzazione della Chiesa Ortodossa Italiana….

“La Chiesa Ortodossa Italiana – ci spiega il Metropolita d’Italia Filippo Ortenzi – è una Chiesa Ortodossa Occidentale che si prefigge di rifondare l’ ortodossia in Italia e si considera una Chiesa Cattolica prescismatica (Leone IX 1054) che intrattiene rapporti di comunione con comunità ortodosse autocefale indipendenti”.
– Ci parli brevemente dei numeri del COI….
“La Chiesa Ortodossa Italiana è composta da  9 diocesi, 11 parrocchie, 23 Missoni, 3 santuari, 3 cappelle, 6 eremi, 5 ordini monastici. Abbiamo circa 5 mila fedeli in Italia” ha dichiarato Filippo Ortenzi, Arcivescovo di Roma. 
– Che competenze territoriali hanno le 9 diocesi italiane del COI?
“Le diocesi della Chiesa Ortodossa Italiana sono: Roma giurisdizione su Lazio, Sardegna, Toscana, Umbria, Marche e Abruzzo; Diocesi di Nizza, Monaco e Ventimiglia che ha giurisdizione su parte della provincia di Imperia e in Francia sulla Contea di Nizza, Corsica, Val di Tenda e Principato di Monaco; Diocesi di Saluzzo e Seborga con giurisdizione su Cuneo, Asti, Alessandria, Savoia e parte di Imperia; Diocesi Torino con giurisdizione sul resto del Piemonte, Genova, La Spezia e Valle d’Aosta; Diocesi di Ravenna: giurisdizione su Triveneto, Lombardia, Emilia Romagna, Repubblica di San Marino e Svizzera Italiana;  Diocesi di Bari: Puglia, Molise e Provincia di Matera; Diocesi di Napoli: Campania; Diocesi Mercurio: Calabria e Potenza;  Diocesi di Siracusa: Sicilia e Malta” ha spiegato Filippo Ortenzi. 
Quali associazioni fanno capo alla Chiesa Ortodossa Italiana? 
“Al COI – ha spiegato Ortenzi – fanno capo varie associazioni di volontariato e filantropiche, tra le quali: L’Opera Ortodossa Mensa dei Poveri,  La Confederazione delle Confraternite del Buon Samaritano,  Unitao – Sosma  (Aiuti Umanitari), L’Arca di Sant’Antonio Abate (Difesa Animali). Inoltre, sono legate alla Chiesa Ortodossa Italiana diverse confraternite ed altre associazioni, come la Fraternità Apostolica di San Girolamo e dei Re Magi, la Confraternita Madonna Debitore, la Confraternita di San Michele Arcangelo, l’Associazione Arca e la Fraternità Sentinelle della Speranza”.
La Chiesa Ortodossa Italiana è legata anche al mondo cavalleresco…
“Certamente,  alla COI fanno riferimento varie confraternite di ispirazione cavalleresca, come OMT – Sentinelle della Pietà del Pellicano “Argonauti del Santo Graal”, Confraternita dei Cavalieri di San Gabriele Arcangelo, la Confraternita della Milizia di San Michele Arcangelo, l’Arciconfraternita dei Cavalieri di Sant’Anna Paleologina (Giovanna di Savoia n.d.r.), la Confraternita Templare San Giacomo de molay, la Confraternita Templari Pagani – Confraternita Ugone dei Pagani “.

– Avete altre particolari collaborazioni e confraternite a voi legate? 
“La COI – aggiunge il Metropolita d’Italia – ha anche una confraternita scout di ortodossi d’Italia e collabora con associazioni come Italia Bio e di promozione sociale e orti didattici comre Io Coltivo la Vita”. 
Che rito usa la Chiesa Ortodossa Italiana?
” La COI – ha spiegato l’Arcivescovo Filippo Ortenzi – usa generalmente il rito gallicano italico, ma le nostre comunità di lingua rumena usano il rito bizantino San Giovanni Crisostomo, mentre alcune comunità usano al nord anche il rito ambrosiano”.
– Quali fini si prefigge attualmente la Chiesa Ortodossa Italiana?
“La COI – dice Filippo Ortenzi – opera per l’evangelizzazione delle minoranze etniche come li Arbresh e i Sardi, traducendo le preghiere nelle loro lingue”.
Siete presenti come Chiesa Ortodossa Italiana sui social? 
“La COI è attiva molto sui social ed è presente su Facebook, Telegram, Whatsapp, Instagram ed altri social”.

Chiesa Ortodossa Italiana


– Avete delle scuole di formazione?
“La Chiesa Ortodossa Italiana  ha strutture accademiche come l’Accademia Ortodossa San Nicodemo L’Aghiorita e l’Università Ortodossa San Giovanni Crisostomo col canale YouTube università Unisag, una  radio online www.radioortodossa.it e l’iscrizione a livello UE al Registro della Trasparenza della Formazione e della Ricerca”.
– Quale dovrebbe essere secondo lei il ruolo della Chiesa oggi?
” Noi pensiamo che la missione principale della Chiesa è la salvezza delle anime e noi puntiamo soprattutto su quello” ha concluso Filippo Ortenzi, Arcivescovo di Roma e Metropolita d’Italia della Chiesa Ortodossa Italiana.


Cristiano Vignali