giovedì, Maggio 26, 2022
Home > Abruzzo > Castrogno, ennesima aggressione ai danni della Polizia penitenziaria

Castrogno, ennesima aggressione ai danni della Polizia penitenziaria

teramo

Castrogno, ennesima aggressione ai danni della Polizia penitenziaria

TERAMO – Ennesima aggressione nei confronti di appartenenti alla Polizia Penitenziaria presso il carcere teramano di Castrogno.
Questa mattina un detenuto italiano, immotivamente è improvvisamente si è scagliato con un piede del tavolo contro l’agente di servizio che stava procedendo all’apertura delle celle. Il malcapitato agente è stato trasportato all’ospedale per la sospetta frattura del braccio.
Sul fronte pandemico, i casi di positività dei detenuti ,dai primi dati, sarebbero diminuiti del 50%,da 100 casi a 50.
“Intanto Le istituzioni, Prap e DAP , nonostante le nostre richieste di aiuto – scrive il Sappe Teramo – continuano nel rimanere silenti su questa gravissima situazione pandemica e sulle criticità croniche dell’istituto teramano, come la carenza di personale e la gestione dei detenuti violenti”.

“Le scelte dell’amministrazione locale – scrivono in una nota SAPPE, OSAPP, UIL PA/PP, SINAPPE, USPP, FNS CISL, FP CGIL – continuano a mettere in pericolo i lavoratori, questa volta l’Assistente Capo di polizia penitenziaria in servizio nella sezione covid è stato letteralmete preso a bastonate da un detenuto italiano di etnia rom, riportando fratture con una prognosi di 30gg. La vile aggressione sembrerebbe essere scaturita da un ritardo di pochi minuti nell’apertura delle camere di pernottamento, ritardo dovuto alla promiscuità di detenuti positivi al covid19 e detenuti negativi voluta dalla ASL e dalla Direzione. Infatti a Teramo vige la strana disposizione di tenere nella stessa sezione detenuti malati di covid e detenut che non hanno ancora contratto la malattia.


I risultati ottenuti sono di tutto rispetto:
 ad oggi abbiamo oltre 100 detenuti positivi nel carcere di Teramo, record in Abruzzo

 continui malumori tra i detenuti in quanto nella sezione permane la disposizione di tenere le camere di pernottamento aperte durante il giorno, ma siccome coabitano positivi e negativi, le aperture avvengono a turni alterni dimezzando i tempi di apertura, e dai malumori alle aggressioni il passo è breve.

Tutto questo avviene in sezioni detentive che ospitano in media 80 detenuti, come se fosse possibile per un solo agente tenere lontano i detenuti positivi al Covid da quelli negativi. Va da se che le criticità aumentano di giorno in giorno, vedasi l’escalation di violenza che c’è stata a Teramo; un paio di rivolte sventate appena in tempo, detenuti
che si barricano in sezione e tre aggressioni con lesioni al personale, senza contare le aggressioni verbali che i Poliziotti subiscono giornalmente.

Le OO.SS. Abruzzesi dicono basta, domani stesso chiederemo l’intervento urgente del Provveditore Regionale, dott. Carmelo Cantone, che potrà e dovrà intervenire e chiarire se al gestione “alternativa” dei malati Covid a Teramo immaginata dal Direttore dell’Istituto, dott Stefano Liberatore, sia corretta e conforme alle normative in materia di
prevenzione dell’infezione da Covid19; non escludiamo nemmeno di adire le vie legali se non saranno ripristinati a Teramo legalità e diritti dei lavoratori e questa volta aggiungiamo anche il diritto alla salute degli stessi detenuti”.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net