venerdì, Maggio 27, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro di Wilder  in TV del 5 maggio alle 15.35 su Rai 5: “Piccola città” con Raoul Grassilli

Anticipazioni per il Grande Teatro di Wilder  in TV del 5 maggio alle 15.35 su Rai 5: “Piccola città” con Raoul Grassilli

piccola città

Anticipazioni per il Grande Teatro di Thornton Wilder  in TV del 5 maggio alle 15.35 su Rai 5: “Piccola città” con Raoul Grassilli

Piccola Città - clip - YouTube

Per il Grande Teatro in TV in onda oggi pomeriggio giovedì 5 maggio su Rai 5 alle 15.35 la commedia del 1938 “Piccola città” scritta da Thornton Wilder nella versione trasmessa dalla RAI nell’ottobre 1968 per la regia di Silverio Blasi.

Interpretazione di Raoul Grassilli, Alda Murar, Michele Malaspina, Luigi Gatti, Giulia Lazzarini, Franco Tuminelli, Mario Carotenuto, G. Rossi, Gabriele Antonini, Armando Anzelmo. Giuseppe Giroletti, Roberto Pescara, Rina Centa, Anna Maria Alegiani, Lorenza Wrolli, Mauro Bosco, Loris Gafforio, Mauro De Franceschi ed Edda Albertini.

Piccola città (titolo originale Our Town) è un’opera teatrale di Thornton Wilder del 1938. Per quest’opera Wilder vinse, nello stesso anno di rappresentazione, il premio Pulitzer per il teatro.

Trama

L’opera è divisa in tre atti. Nei primi due viene descritta la semplice vita degli abitanti di una cittadina immaginaria degli Stati Uniti d’America: Grover’s Corners (New Hampshire).

In essi viene data importanza ai semplici gesti e momenti che caratterizzano la vita di tutti i giorni. In particolare è mostrata l’evoluzione della storia d’amore di due giovani.

Nel terzo atto, dopo un salto temporale di vari anni (il periodo in cui la vicenda si svolge va dal 1901 al 1913), si descrivono i cambiamenti intercorsi nel paese e la morte di vari personaggi.

Tutte le vicende sono presentate e commentate dal personaggio del direttore di scena che è per lo più estraneo ai fatti ma a momenti vi prende parte.

Thornton Niven Wilder (Madison17 aprile 1897 – Hamden7 dicembre 1975) è stato un drammaturgo e scrittore statunitense vincitore di tre premi Pulitzer: uno per il romanzo Il ponte di San Luis Rey e due per il teatro; inoltre ottenne il National Book Award per L’ottavo giorno (The Eight Day) nel 1968.