lunedì, Luglio 4, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film biografico stasera in TV: “Teresa d’Avila – Il castello interiore” mercoledì 18 maggio 2022

Il film biografico stasera in TV: “Teresa d’Avila – Il castello interiore” mercoledì 18 maggio 2022

teresa

Il film biografico stasera in TV: “Teresa d’Avila – Il castello interiore” mercoledì 18 maggio 2022 alle 21.35 su TV 2000 (Canale 28)

Teresa d'Avila - Il castello interiore.png

Teresa d’Avila – Il castello interiore (Teresa) è un film per la televisione del 2015 diretto da Jorge Dorado ed interpretato dalla protagonista Marian Álvarez.

Teresa, una ragazza con vari problemi che frequenta le superiori, viene rinchiusa e abbandonata in un ripostiglio da alcuni bulli della scuola.

Qui la ragazza legge Il libro della vita (Libro de la vida) di santa Teresa d’Ávila, che le aveva prestato un’insegnante preoccupata per lei.

Leggendo il libro, che racconta le esperienze spirituali e le traversie vissute della santa, la ragazza si immedesima nell’autrice e nelle sue vicissitudini.

Teresa d’Avila, o di Gesù, al secolo Teresa Sánchez de Cepeda Dávila y Ahumada (Avila28 marzo 1515 – Alba de Tormes15 ottobre 1582), è stata una religiosa e mistica spagnola.

«È tanta l’importanza dell’amore vicendevole che non dovreste mai dimenticarvene.»
(Teresa d’Avila[1])

Entrata nel Carmelo de la Encarnación di Avila a vent’anni, scappata di casa, dopo un travagliato percorso interiore che la condusse a quella che definì in seguito la sua “conversione” (a trentanove anni), divenne una delle figure più importanti della Riforma cattolica grazie alla sua attività di scrittrice e fondatrice delle monache e dei frati Carmelitani Scalzi, e grazie alla fondazione di monasteri in diversi luoghi di Spagna, e anche oltre (prima della sua morte venne fondato un monastero di Scalzi a Lisbona). Morì ad Alba de Tormes nel 1582 durante uno dei suoi viaggi.

Fu autrice di diversi testi nei quali presenta la sua dottrina mistico-spirituale e i fondamenti e le origini del suo ideale di Riforma dell’Ordine carmelitano. La sua opera maggiormente celebre è Il castello interiore (intitolato anche Mansioni), itinerario dell’anima alla ricerca di Dio attraverso sette particolari passaggi di elevazione, affiancata dal “Cammino di perfezione”, e dalle “Fondazioni” nonché da molte massime, poesie e preghiere, alcune delle quali particolarmente celebri[2].

Proclamata beata nel 1614 e poi santa da papa Gregorio XV nel 1622, fu annoverata tra i dottori della Chiesa nel 1970 da Paolo VI, insieme a Caterina da Siena.

Regia di Jorge Dorado

Con Marian Álvarez

Fonte: WIKIPEDIA