lunedì, Agosto 15, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film biografico stasera in TV: “Maria Maddalena” lunedì 1° agosto 2022

Il film biografico stasera in TV: “Maria Maddalena” lunedì 1° agosto 2022

maria maddalena

Il film biografico stasera in TV: “Maria Maddalena” lunedì 1° agosto 2022 alle 20.55 su TV 2000 (Canale 28)

Maria Maddalena, anche noto come Gli amici di Gesù – Maria Maddalena, è un film per la televisione del 2000, diretto da Raffaele Mertes.

La storia di Maria Maddalena, ripudiata dal marito perché sterile. Conoscerà successivamente l’amore per Vitellio e il potere.

Sarà però l’incontro con Gesù a farle capire quanto l’amore per il prossimo e per la vita sia più forte della morte e di ogni ricchezza.

Maria Maddalena (in ebraico: מרים המגדלית‎?, in greco: Μαρία ἡ Μαγδαληνή, Maria hē Magdalēnē) detta anche Maria di Magdala, secondo il Nuovo Testamento è stata un’importante seguace di Gesù.

Venerata come santa dalla Chiesa cattolica, che celebra la sua festa il 22 luglio, la sua figura viene descritta, sia nel Nuovo Testamento sia nei Vangeli apocrifi, come una delle più importanti e devote discepole di Gesù.

Fu tra le poche a poter assistere alla crocifissione e – secondo alcuni vangeli – divenne la prima testimone oculare e la prima annunciatrice dell’avvenuta resurrezione[2].

L’aggettivo “Maddalena” viene accompagnato in qualche passo dei vangeli dalla precisazione “detta”: p. es. in Lc 8,2 il testo originale riporta “Μαρία ἡ καλουμένη Μαγδαληνή” (= Maria chiamata Maddalena). In Mc 16,9 questa precisazione non è presente (il testo greco si traduce letteralmente “Maria Maddalena”).

Si è posta così la domanda se il soprannome “Maddalena” indichi che la donna proveniva da Magdala — una piccola cittadina sulla sponda occidentale del Lago di Tiberiade, detto anche “di Genezaret” — o abbia un altro significato.

Anche se molti studiosi ritengono valido il senso di semplice riferimento alla città d’origine,[Nota 1][3] qualcuno ritiene che esso si scontri con problemi oggettivi legati alla toponomastica del I secolo (nelle fonti del I secolo Magdala è citata esclusivamente con il nome greco di Tarichea) e all’identificazione della località, resa difficile dalla presenza di diverse località denominate Magdala e dall’assenza nei testi evangelici di riferimenti precisi che consentano di identificare la città natale di Maria Maddalena.[4]

L’appellativo “Maddalena” potrebbe avere invece una suggestiva valenza simbolica derivata dal termine ebraico/aramaico migdal / magdal =Torre, usato per sottolineare l’importanza di questa donna all’interno della comunità dei discepoli di Gesù. Già san Girolamo adottò questa interpretazione quando, in una sua lettera, scrisse di Maria Maddalena come di colei che «per il suo zelo e per l’ardore della sua fede ricevette il nome di “turrita” ed ebbe il privilegio di vedere Cristo risorto prima degli apostoli».[5]

Regia di Raffaele Mertes

Con Maria Grazia Cucinotta

Fonte: WIKIPEDIA