sabato, Settembre 24, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film thriller stasera in TV: “Shark – Il primo squalo” domenica 4 settembre 2022

Il film thriller stasera in TV: “Shark – Il primo squalo” domenica 4 settembre 2022

shark

Il film romantico stasera in TV: Shark – Il primo squalo” domenica 4 settembre 2022 alle 21:10 su Italia 1Shark – Il primo squalo (The Meg) è un film del 2018 diretto da Jon Turteltaub. La pellicola, con protagonista Jason Statham, è l’adattamento cinematografico del romanzo horror fantascientifico del 1997 MEG scritto da Steve Alten.

Jonas Taylor, un sub ed esploratore marino che lavora per conto della Marina degli Stati Uniti, tenta di salvare un gruppo di scienziati intrappolati all’interno di un sottomarino nucleare nella Fossa delle Filippine. Mentre Taylor sta salvando l’ultimo sopravvissuto, vede le pareti dello scafo che sono danneggiate da una creatura sconosciuta. Quando torna alla nave di soccorso, due membri del suo equipaggio sono rimasti bloccati nel sottomarino. Taylor decide di andarsene, rendendosi conto che finire il salvataggio comporterebbe la morte di tutti. Poco dopo l’uscita, il sottomarino danneggiato viene distrutto in un’esplosione. Il racconto di Taylor, che affermava che una gigantesca creatura del mare era la causa del disastro, viene respinto dal Dr. Frank Heller, che crede che Taylor sia affetto da psicosi indotta dalla pressione.

Cinque anni dopo, il miliardario Jack Morris incontra il Dr. Minway Zhang presso l’impianto di ricerca subacquea, da lui finanziato, “Mana One”, in cui lavorano Suyin, un’oceanografa figlia di Zhang; D.J. e Jaxx Herd, che si occupano della supervisione dei sottomarini in spedizioni; Frank Heller, che lavora come medico; e James “Mac” Mackreides, amico di vecchia data di Taylor. Zhang e Suyin stanno supervisionando una missione per esplorare quella che potrebbe essere una sezione ancora più profonda della Fossa delle Marianne nascosta da una nuvola di acido solfidrico, che forma uno strato coprente definito termoclino. La missione è condotta da Lori (ex moglie di Taylor), Toshi e “The Wall” in un sottomarino per le profondità estreme. I tre riescono a trivellare il termoclino, situato in fondo all’Abisso Challenger, e arrivano in un ecosistema completamente sconosciuto prima d’ora. La missione sembra andare bene fino a quando una creatura molto grande colpisce il sommergibile e fa perdere il contatto con Mana One.

Mac suggerisce di mandare giù Taylor per tentare un salvataggio, citando la somiglianza con la sua storia. Nonostante le obiezioni di Heller, Zhang e Mac decidono di recarsi in Thailandia per reclutare Taylor. Suyin tenta di salvare i compagni da sola in un sommergibile, ma dopo essere passata dal termoclino viene attaccata da un calamaro gigante. Prima che il calamaro possa schiacciare il sommergibile, un enorme squalo lo uccide, liberando Suyin. Accettando di aiutare, Taylor raggiunge il sommergibile intrappolato e salva Lori e “The Wall”. Tuttavia, quando lo squalo gigante ritorna all’attacco, Toshi si sacrifica chiudendo la botola e staccando il sottomarino dalla nave di soccorso, permettendo a Taylor, Lori e “The Wall” di fuggire in sicurezza mentre devia l’attenzione dello squalo verso il suo sottomarino con la sua luce.

Di ritorno a Mana One, l’equipaggio scopre che lo squalo, in realtà un megalodonte, il più grande squalo conosciuto dall’umanità, che si ritiene estinto da due milioni di anni, è fuggito dalle profondità della Fossa delle Marianne nuotando attraverso un buco nel termoclino creato dall’esplosione proveniente dalla presa termica, che ha alzato brevemente la temperatura abbastanza per permettere allo squalo di passare in sicurezza. Heller si scusa con Taylor per aver ignorato e smentito il suo discorso cinque anni prima. Mentre discutono su come regolarsi, Meiying, la figlia di Suyin ha un incontro faccia a faccia con il Megalodon (che nel frattempo ha ucciso due balene ammaestrate), salvandosi per via della vetrata resistente. Il gruppo decide di rintracciare e avvelenare il Megalodon con l’etorfina. Suyin dovra’ mettersi in una gabbia sottomarina per attirare il Megalodon. Durante l’iniezione con l’etorfina del Megalodon, la maschera di ossigeno di Suyin viene compromessa ma viene salvata da Taylor che le fa la respirazione bocca a bocca. Il Megalodon muore avvelenato.

Nonostante il successo dell’equipaggio, Taylor commenta che i denti non corrispondono agli attacchi precedenti dello squalo. Poco dopo, un secondo Megalodon molto più grande emerge dall’acqua e divora vivo “The Wall”. Il Megalodon capovolge la barca e divora il più piccolo Megalodon, rivelando che i Megalodon fuggiti sono due. Jaxx e Heller finiscono in acqua e Heller da il tempo a Jaxx di fuggire, poi Heller si fa mangiare dal Megalodon attirandolo con il movimento; Zhang subisce una grave ferita, che causerà poco dopo la sua morte. L’equipaggio sopravvissuto torna da Mana One in due gommoni salvavita. Morris annuncia che ha informato i governi locali e le forze navali, e che la situazione non li riguarda più.

Al calar della notte, Morris tenta di distruggere il Megalodon da sé ordinando all’equipaggio di un elicottero di far cadere delle cariche di profondità modificate, apparentemente colpendo lo squalo. Si avvicina alla carcassa del presunto Megalodon su una barca ma scopre che è una balena. Quando il Megalodon si avvicina, la barca accelera, causando la caduta di Morris e la sua conseguente morte nelle fauci dello squalo. Taylor e la rimanente squadra di Mana One scoprono che Morris non ha avvisato i governi locali, ma ha detto di averlo fatto solo per escludersi dalla faccenda e non rischiando la vita. L’equipaggio decide di rintracciare e uccidere lo squalo, rendendosi conto che il Megalodon si sta dirigendo verso una spiaggia affollata sulla baia di Sanya. Tentano di dare un preavviso, ma non vengono creduti.

Il Megalodon raggiunge la baia ma poco prima che mieta troppe vittime, l’equipaggio di Mana One fa risuonare l’audio di una chiamata di balene per deviare l’attenzione dello squalo lontano dalla folla e verso di loro. Taylor e Suyin tentano di distruggere il Megalodon con siluri truccati, senza risultato, e nello scontro, il sommergibile di Taylor è gravemente danneggiato.

Taylor riesce a tagliare la pancia del Megalodon con l’aletta del suo sub danneggiato, e ad infizarlo negli occhi con una lancia velenosa, immobilizzandolo. A causa della presenza di sangue, una moltitudine di squali nella zona sono attratti dal sangue e attaccano il Megalodon, uccidendolo definitivamente. Durante il combattimento, Suyin è stata in grado di evacuare il resto dell’equipaggio su una barca dove una coppia cinese si sposa. Taylor salirà tranquillamente sulla barca dopo aver ucciso il Megalodon, e sia lui che Suyin prendono in considerazione una vacanza.

Domenica 4 settembre, in prima serata su Italia 1, va in onda il thriller fantascientifico “Shark – Il primo squalo”, diretto da Jon Turteltaub.

Jonas Taylor è un esperto in missioni di salvataggio a profondità marine estreme, ma dopo aver dovuto sacrificare alcuni uomini ha deciso di ritirarsi. Presso l’avveniristica stazione Mana One viene scoperto, al largo della costa cinese, un territorio ancora più profondo della Fossa delle Marianne, ma gli esploratori finiscono intrappolati sul fondale, così Taylor decide di tornare in azione, visto che una delle persone da salvare è la sua ex moglie. Qui si ritroverà faccia a faccia con un megalodonte, un antenato preistorico degli squali di enormi dimensioni a cui dovrà dare la caccia.

LO SAPEVATE CHE…

Si tratta dell’adattamento cinematografico del romanzo horror fantascientifico del 1997 MEG scritto da Steve Alten. La figlia dello scrittore, tra l’altro, figura tra le comparse nella pellicola.

La Disney aveva opzionato i diritti del romanzo già nel 1997, ma ha poi accantonato l’idea della trasposizione.

Le riprese sono state effettuate interamente in esterni in Nuova Zelanda e Cina.

Il budget del film è stato di 150 milioni di dollari a fronte di un incasso di 527,8 milioni di dollari in tutto il mondo.

CAST Jason Statham, Bingbing Li, Rainn Wilson, Ruby Rose, Winston Chao

Regia di Jon Turteltaub

Con Jason Statham, Bingbing Li, Rainn Wilson, Ruby Rose, Winston Chao

Fonte: WIKIPEDIA