venerdì, Dicembre 2, 2022
Home > Italia > “Nei prossimi mesi aumenterà in Italia la povertà nel ceto medio”

“Nei prossimi mesi aumenterà in Italia la povertà nel ceto medio”

nei prossimi mesi

“Nei prossimi mesi aumenterà in Italia la povertà nel ceto medio”. L’allarme di Enrica Morlicchio, coautrice di La Povertà in Italia, nell’intervista a FQ MillenniuM in edicola da sabato 12 novembre.
«Il Reddito di cittadinanza va migliorato, ma da questo governo non mi aspetto nulla di buono»

«Sicuramente nei prossimi mesi ci sarà un aumento generale della povertà in Italia, e cominceranno a entrarci famiglie del ceto medio. I penultimi, come oggi vengono chiamati». Lo prevede Enrica Morlicchio, sociologa dell’Università Federico II di Napoli, che con Chiara Saraceno e David Benassi ha scritto La povertà in Italia, appena pubblicato dal Mulino. Il mensile FQ MillenniuM, diretto da Peter Gomez, l’ha intervistata nel numero in edicola da sabato 12 novembre. 

I soggetti più a rischio sono «senza nessuna incertezza i minori», continua Morlicchio. «Nel 2008 i minorenni in povertà assoluta erano 375 mila, nel 2021 un milione 400 mila. Un milione in più, nella fascia 0-17 anni. Non possiamo certo dire che è colpa loro, è una povertà ereditata». 

 “A rischio” significa che si tratta di «minori che vivono in famiglie con basse entrate da lavoro, in cui soffrono di deprivazioni materiali: in affanno con le bollette, in difficoltà con le medicine, nessuna vacanza». Appartengono a reti familiari che «sopravvivono con un patchwork di redditi e di prestazioni sociali, pubbliche e private».

Dal dibattito sul reddito di cittadinanza emerge però «un crescente disprezzo» verso i poveri, «che oggi ha un carattere nuovo per l’aumento della disuguaglianza». Secondo la sociologa, la distanza fra ricchi e poveri si è talmente allungata che i primi non vedono neppure più i secondi, non ne conoscono le reali condizioni di vita. «Come dimostrano gli studi in materia, il disprezzo cresce perché la coesione sociale non è più un obiettivo politicamente perseguito». 

In questo quadro, nel Reddito di cittadinanza «ci sono delle cose da correggere, molto ben indicate dal Comitato scientifico guidato da Chiara Saraceno. Per esempio, se il beneficiario trova un lavoro anche stagionale il guadagno viene conteggiato per intero, e questo è un disincentivo. Bisogna che Reddito di cittadinanza e redditi da lavoro possano cumularsi. Poi ridurrei il requisito dei dieci anni di residenza per gli immigrati. Rafforzerei anche i progetti utili alla collettività, già previsti, ma non tutti i comuni ne hanno dato attuazione».

Suggerimenti che non sembrano coincidere con quanto indicato finora dalla maggioranza di centrodestra e non solo. «Dai nomi dei ministeri e dei ministri del governo Meloni non è che si prospetti nulla di buono», afferma la sociologa. «Giorgia Meloni rassicura l’Europa perché ha bisogno del Pnrr, ma è un lupo travestito da agnello». Le cose, però, non vanno molto meglio sul fronte opposto: «Le critiche più ingenerose e intrise di disprezzo verso i poveri sul Reddito di cittadinanza sono arrivate dal Pd o da ex Pd senza che si levassero voci a difesa. Molti poveri si sono sono sentiti abbandonati, e questo spiega in parte il successo del 5 Stelle al Sud».

_________________________________________________________


Sabato 12 novembre in edicola con il Fatto Quotidiano

Dal 13 novembre solo FQ MillenniuM a € 3,90

SCHEDA FQ MILLENNIUM

Inchieste lunghe, approfondite e sorprendenti. Una squadra di giornalisti investigativi in grado di coniugare la ricerca dello scoop con uno stile narrativo che fa riscoprire il piacere della lettura. Rubriche di grandi firme, reportage fotografici, infografiche. È la filosofia di FQ MillenniuM, il mensile della Società Editoriale Il Fatto (SEIF) diretto da Peter Gomez.Il progetto grafico innovativo è dell’art director Pierpaolo Balani, ed è pensato per accompagnare la narrazione e guidare la lettura. FQ MillenniuM è un monografico “aperto”, con un tema portante approfondito in tutte le sue sfaccettature, prima con inchieste, focus e interviste, poi con una parte più fantasiosa e pop. Per indagare, di volta in volta, un  mondo e il suo contorno.

Foto di Manuel Alvarez da Pixabay

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.