martedì, Novembre 29, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per la SS. Messe del 21 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000: dal Santuario del Bambino Gesù di Praga ad Arenzano

Anticipazioni per la SS. Messe del 21 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000: dal Santuario del Bambino Gesù di Praga ad Arenzano

messe

Anticipazioni per la SS. Messe del 21 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000: dal Santuario del Bambino Gesù di Praga ad Arenzano – Lunedì 21 novembre alle 7, 8.30 e 19 su TV 2000 andranno in onda le SS. Messe quotidiane dal Santuario del Bambino Gesù di Praga ad Arenzano.

Le celebrazioni potranno essere seguite anche in streaming sul sito https://www.tv2000.it/live/.

Prosegue così l’impegno di TV 2000 nel seguire le celebrazioni officiate in questo periodo così difficile durante l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di coronavirus in atto ed alla normativa restrittiva introdotta contrastarla. SS. Messe

La trasmissione televisiva delle Sante Messe della giornata vuole avvicinare i sacramenti ai fedeli, consentendo a tutti di partecipare alla celebrazione, ed affiancandosi alle cerimonie liturgiche che sono riprese nelle Parrocchie di tutta Italia pur con le misure di sicurezza tuttora necessarie per evitare i rischi di contagio legati alla diffusione ancora presente del Covid-19.

Il santuario del Bambino Gesù di Praga è un luogo di culto cattolico situato nel comune di Arenzano, in via Guglielmo Marconi, nella provincia della città metropolitana di Genova. Posto su un’altura in posizione aperta, poco distante dal centro urbano cittadino, con ampio panorama sulla città e sui monti circostanti, il santuario è compreso nella parrocchia dei Santi Nazario e Celso del vicariato di Pra’Voltri-Arenzano dell’arcidiocesi di Genova.

Il santuario, primo in Italia dedicato al Bambino Gesù, fu fondato nel 1905 dall’ordine religioso dei carmelitani scalzi. Tale culto verso il Bambino Gesù di Praga fu diffuso da padre Cirillo del Carmelo, a seguito di presunti eventi miracolosi, e la prima immagine ritraente il Bambino Gesù comparve a Praga – da cui trae quindi la denominazione geografica – per la prima volta nel 1628.

In realtà la proposta di fondare un nuovo edificio conventuale ad Arenzano fu presa già nel corso del XVII secolo per sopperire alla richiesta dei pellegrini di un centro di appoggio fra gli altri edifici di culto della riviera ponentina e i conventi genovesi. Per veder edificato un nuovo convento si dovette attendere quasi tre secoli dopo e solo nel 1889 padre Leopoldo Beccaro poté intitolare la struttura conventuale a santa Teresa di Gesù.

Con il consenso della comunità fu collocato il 25 settembre del 1900 da padre Giovanni della Croce – priore dell’ordine dei Carmelitani Scalzi di Arenzano – un quadretto, ritraente il Bambino di Praga, sotto la statua della Madonna del Carmine posta all’interno della chiesa nel convento. Pochi anni dopo l’immagine fu sostituita da una statua donata dalla marchesa Delfina Gavotti di Savona e benedetta dallo stesso priore Giovanni della Croce il 2 giugno 1902.

Tra il 1903 e il 1904 il pontefice Pio X approvò la costituzione della confraternita del Santo Bambino Gesù di Praga che, oltre a diffonderne il culto all’intera comunità, si adoperò per l’edificazione di una nuova chiesa sensibilizzando la popolazione. I lavori iniziarono nel 1904 seguendo il progetto dell’ingegner Camogli che s’ispirò allo stile rinascimentale italiano; nel 1908 a lavori conclusi si poté inaugurare la nuova chiesa.

Il 7 settembre del 1924 la statua del Gesù Bambino fu solennemente incoronata, a seguito di un apposito decreto del Capitolo Vaticano, dal cardinale Rafael Merry del Val con una corona benedetta dallo stesso papa Pio X. Ricevette l’intitolazione a basilica minore[1] a seguito della consacrazione ufficiale avvenuta nel 1928 da parte di monsignor Giacomo De Amicis vescovo ausiliare di Genova.

La decisione di un nuovo ampliamento fu presa nel 1962, a seguito di un sempre maggiore afflusso di pellegrini e visitatori, e già nel 1966 l’opera di ingrandimento poté considerarsi conclusa. I lavori comportarono l’inserimento di due transetti tra l’abside e la navata centrale. Il giorno della nuova inaugurazione fu presente tra le altre autorità civili e religiosi anche il cardinal Josef Beran arcivescovo di Praga.

Foto interna ed esterna: https://www.tv2000.it/beltemposispera/video/in-esclusiva-il-santuario-di-gesu-bambino-ad-arenzano/