giovedì, Giugno 13, 2024
Home > Anticipazioni TV > Il film di guerra stasera in TV: “L’ora più buia” lunedì 20 marzo 2023

Il film di guerra stasera in TV: “L’ora più buia” lunedì 20 marzo 2023

l'ora più buia

Il film di guerra stasera in TV: “L’ora più buia” lunedì 20 marzo 2023 alle 21:20 su Iris (Canale 22)L’ora più buia (Darkest Hour) è un film del 2017 diretto da Joe Wright. La pellicola segue le vicende del Primo Ministro britannico Winston Churchill, interpretato da Gary Oldman, agli inizi della Seconda guerra mondiale.

Per il ruolo, Oldman si è aggiudicato svariati premi, tra i quali l’Oscar al miglior attore.

Nel 1940, il Partito Laburista inglese all’opposizione chiede le dimissioni del Primo Ministro Neville Chamberlain, in quanto troppo debole per sostenere il conflitto contro la Germania nazista. Quella sera, Chamberlain e alcuni membri del Partito Conservatore designano Winston Churchill come sostituto, sebbene quest’ultimo sia disprezzato da tutti per via di alcune condotte militari disastrose. Churchill, il giorno in cui deve far visita al Re Giorgio VI, assume la signorina Elizabeth Layton come sua segretaria. Quello stesso giorno, l’esercito tedesco invade il Belgio e l’Olanda.

Churchill, per volere del partito, inserisce nel suo gabinetto di guerra Edward Wood, I conte di Halifax, il quale ritiene che l’unica soluzione sia stipulare un trattato di pace con Hitler per favorire il Regno Unito, ma il Primo Ministro rifiuta categoricamente. Il primo discorso di Churchill in Parlamento suscita qualche perplessità, poiché il Primo Ministro promette “Sangue, fatica, lacrime e sudore“. Halifax e Chamberlain pianificano un voto di sfiducia per costringerlo a rassegnare le dimissioni e mettere Halifax al suo posto.

Churchill fa visita al Presidente del Consiglio francesePaul Reynaud, che pensa che Churchill sia un illuso per non aver ammesso che gli alleati stanno perdendo la battaglia di Francia, mentre lui si infuria perché i francesi non hanno un piano per contrattaccare. Churchill si attira l’ira dal suo gabinetto e dai consiglieri per aver pronunciato un discorso radiofonico in cui lascia intendere che – dal momento che una colonna di rifugiati è pesantemente bombardata – gli alleati stiano avanzando in Francia, guadagnandosi un rimprovero dal re. Halifax e Chamberlain continuano a spingere per venire a patti con la Germania.

Intanto, oltre 400.000 uomini sono intrappolati a Dunkerque, perciò Churchill pianifica l’operazione Dynamo per andare a riprenderli, mobilitando le imbarcazioni civili per recuperarne il più possibile. La disfatta in Francia fa sì che il Gabinetto di Guerra sostenga i negoziati con la Germania. Sotto forti pressioni, Churchill accetta di prendere in considerazione una pace negoziata. Giorgio VI fa visita inaspettatamente a Churchill e spiega che è arrivato a sostenerlo pienamente e lo incoraggia a continuare la guerra. Ancora incerto, Churchill prende impulsivamente la metropolitana di Londra (per la prima volta nella sua vita), chiedendo ai passeggeri la loro opinione: i civili vogliono continuare a combattere.

Churchill si incontra quindi con alcuni membri del Parlamento e riceve il loro sostegno. Mentre Churchill si prepara al discorso alla Camera dei Comuni, Halifax chiede a Chamberlain di continuare con il loro piano di dimissioni, ma Chamberlain decide di aspettare. Con il suo discorso, Churchill proclama che il Regno Unito non si arrenderà mai, con un clamoroso sostegno dell’opposizione. Infine, anche i Conservatori approvano le sue scelte e Churchill, uscendo dalla Camera, viene applaudito da tutti.

Regia di Joe Wright

Con Gary Oldman, Kristin Scott Thomas e Lily James

Fonte: WIKIPEDIA

L’ora più buia: la trama

Nel 1940, l’Europa intera è ormai piegata dall’avanzata nazista e l’esercito inglese è intrappolato a Dunkirk. La camera inglese richiede a gran voce le dimissioni del Primo Ministro Charmberlain, un uomo considerato non all’altezza della situazione e incapace di gestire un paese ormai allo stremo. Al suo posto salirà Winston Churchill (nel cast de L’ora più buia è Gary Oldman), un uomo che si ritroverà fra le mani le sorti della storia: piegarsi alla follia nazista o lottare per la difesa della libertà?

L’ora più buia: i premi

Il film L’ora più buia (2017) è un film dalle ambientazioni cupe, come suggerisce il titolo, con una storia forte corredata da un’interpretazione indimenticabile. È proprio per questi aspetti che, oltre al successo di pubblico, il film ha guadagnato il successo della critica.
Candidato a diversi premi, L’ora più buia ha vinto due Oscar, come Miglior Trucco e Migliore Attore per la magistrale recitazione di Gary Oldman, che con questo ruolo si è aggiudicato la prima iconica statuetta della propria carriera attoriale.Ruolo che ha portato Gary Oldman ad ottenere anche il Golden Globe come Miglior Attore in un film Drammatico.
Fra gli altri, il film ha ottenuto la candidatura agli Oscar come Miglior Film, Migliore Fotografia, Migliore Scenografia e Migliori Costumi.