venerdì, Maggio 24, 2024
Home > Italia > Meloni: premierato è nostra eredità politica, il potere ai cittadini e non ai “palazzi” della sinistra

Meloni: premierato è nostra eredità politica, il potere ai cittadini e non ai “palazzi” della sinistra

meloni

Meloni: premierato nostra eredità politica, il potere ai cittadini e non ai palazzi della sinistra – Sulle sospirate riforme istituzionali dpo la controproposta della sinistra a favore del cancellierato che vedrebbe ancora la nomina del premier nelle mani del Quirinale, risponde oggi Giorgia Meloni rivendicando la volontà del suo governo di riportare la scelta del primo ministro direttamente nelle mani dei cittadini.
“Noi non siamo intervenuti nella riforma sulla legge elettorale .Io sono laica sul tema del ballottaggio. L’importante è portare a casa questa riforma, che è l’eredità più grande che posso lasciare all’Italia”. Queste infatti sono state le dichiarazioni della premier Meloni a Porta a Porta parlando del premierato.

“La sinistra nella proposta del cancellierato tradisce le sue reali intenzioni”, vuole “un sistema in cui i governi si fanno nel Palazzo, sulla pelle dei cittadini” e in cui “il Pd governa anche quando perde”.E poi sulle presunte tensioni nate con Salvini la Meloni smentisce e dichiara “Rapporti non affatto pessimi, con Matteo non c’è solo una alleanza politica, ma è nata anche un’amicizia personale”.

Giorgia Meloni da domani in Libano visita il Premier Mikati e il contingente Italiano nel Paese dei Cedri – Nell’attuale delicatissima situazione internazionale messa in crisi dall’aggressione russa in Libano e dagli scontri nella Striscia di Gaza la premier Italiana sarà in visita di Stato in Libano, in piena zona di guerra mediorentale dove sono presenti i nostri soldati in missione di pace.

Infatti domani Giorgia Meloni si recherà nel Paese dei Cedri dove incontrerà a Beirut il primo ministro libaneseNajib Mikati e poi visiterà il contingente italiano dell’Unifil dispiegato nel sud del Libano.

Nel colloquio col premier libanese, la Meloni ribadirà il sostegno dell’Italia alla stabilizzazione del Libano al fine di evitare il rischio di escalation militare al confine fra Libano e Israele. L’incontro sarà l’occasione per coordinare le politiche contro le migrazioni irregolari e la collaborazione nel settore dell’energia.

Il presidente Meloni in visita al Cairo – Si è tenuta ieri la visita al Cairo del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giorgia Meloni, insieme al Presidente della Commissione europea, Ursula von der  Leyen, al Presidente della Repubblica di Cipro, Nikos Christodoulidis, e ai Primi Ministri di Belgio, Alexander De Croo, Grecia, Kyriakos Mitsotakis, e Austria Karl Nehammer, per il rafforzamento del partenariato strategico Ue-Egitto.

I colloqui bilaterali si sono concentrati sull’attuazione del Piano Mattei in Egitto, in particolare sulla cooperazione nel settore della produzione agricola e della sicurezza alimentare.
Nel corso del colloquio, il Presidente del Consiglio Meloni e il Presidente al-Sisi hanno concordato di stabilire un partenariato tra Italia ed Egitto nel contesto dei grandi progetti agricoli e di bonifica, finalizzati a stabilire una ‘model farm’, e a trasferire le più innovative tecnologie italiane nel settore per contribuire alla sicurezza alimentare della Nazione.
 
A margine degli incontri bilaterali e in formato Ue è stata adottata una serie di intese bilaterali riconducibili alla realizzazione del Piano Mattei per l’Africa. Nel corso della mattinata sono stati anche inaugurati gli Uffici del Sistema Italia al Cairo (Ufficio economico dell’Ambasciata d’Italia al Cairo, ITA/ICE, CDP, SACE e  SIMEST). Gli accordi adottati hanno coperto diversi settori e, nello specifico:

Due accordi di cooperazione firmati dal Viceministro per gli Affari Esteri e la cooperazione internazionale Edmondo Cirielli:

  • Un accordo di cooperazione allo sviluppo relativo al programma bilaterale “Supporto tecnico ai Distretti industriali della pelle, marmo e mobile” per valorizzare il sistema industriale egiziano, sostenere lo sviluppo economico del Paese e migliorare la capacità produttiva dei distrutti industriali del cuoio, marmo e mobile;
  • Un accordo di cooperazione allo sviluppo sulla promozione dei diritti e della inclusione sociale delle persone con disabilita’;
  • Una convenzione finanziaria, firmata da Cassa Depositi e Prestiti e dal Governatore della Banca Centrale Egiziana per  un credito agevolato di 45 milioni di euro per le piccole e medie imprese egiziane e un accordo di cooperazione di CdP con  Afreximbank del valore di 100 milioni per progetti di sviluppo sostenibile nel campo della sicurezza alimentare per le PMI africane;
  • Due Memorandum d’intesa firmati da SACE con Orascom Contruction, e  Bank of Alexandria rispettivamente per supportare finanziariamente la filiera italiana in progetti di sviluppo infrastrutturale in Egitto e per supportare finanziariamente l’interscambio commerciale, in particolar modo a sostegno delle PMI in entrambi i Paesi;
  • È stata concordata una intesa tra Simest e la National Service Project Organisation per la realizzazione di un investimento nel settore minerario, delle sabbie silicee;
  • Due intese firmate tra la società  Mer Mec e il Presidente dell’Autorità Ferroviaria egiziana, rispettivamente relative alla fornitura di un treno di misura per il monitoraggio delle linee convenzionali delle Ferrovie egiziane per il valore di circa 7 milioni di euro e per la  realizzazione di un progetto di segnalamento per un valore di circa 100 milioni di euro;
  • Una intesa firmata da Arsenale S.p.A., con il Presidente dell’Autorità Ferroviaria egiziana sulla realizzazione del progetto di un treno turistico sotto la supervisione del Ministero dei Trasporti e del Ministero del Turismo egiziano;
  • Un Memorandum d’intesa tra il Direttore della Scuola Italiana di Ospitalità e  il Presidente del partner egiziano Pickalbatros Group per la creazione di un programma di formazione professionale nel settore dell’ospitalità e del turismo. Il MoU si pone inoltre l’obiettivo di aprire una scuola di formazione nel servizio di gestione alberghiera e del turismo a Hurgada, nel Mar Rosso. L’intesa si inserisce nella strategia dell’Esecutivo per mitigare i flussi di migrazione irregolare e facilitare fenomeni di migrazione legale tesi a colmare le lacune del mercato del lavoro italiano.

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha per parte sua firmato poco prima, nel corso di un bilaterale con il suo omologo egiziano Ministro Reda Hegazy, un Memorandum d’intesa sul rafforzamento della cooperazione bilaterale in materia di istruzione tecnica e professionale. Nello stesso settore, il Vice Presidente di Confindustria, Giovanni Brugnoli e il Presidente della Federazione delle Industrie egiziane (FEI), Mohamed Zaki Elsewedy, hanno sottoscritto una intesa tra le due Associazioni industriali  in tema di collaborazione sulla formazione professionale.

È stata inoltre concordata una intesa per rafforzare il contributo dell’Italia alla risposta alla emergenza sanitaria nei confronti della popolazione civile di Gaza.

In occasione della Missione, l’Agenzia ITA/ICE e l’Ambasciata d’Italia hanno inoltre organizzato un evento di promozione dell’accordo tra Italia ed Egitto per stabilire una linea di interconnessione marittima ‘RORO’, tra i porti di Damietta e di Trieste. L’evento ha raccolto i principali interlocutori italiani ed egiziani che stanno lavorando all’attuazione della linea di connessione marittima dopo la firma, a gennaio scorso, dell’Accordo intergovernativo di lancio del progetto.

Foto interna ed esterna: https://it.m.wikipedia.org/wiki/File:Giorgia_Meloni_al_Quirinale_(2022)_(cropped).jpg