mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Marche > Le biblioteche della città, l’Ugl: “Virtualità che si sfaldano con la realtà”

Le biblioteche della città, l’Ugl: “Virtualità che si sfaldano con la realtà”

ASCOLI PICENO – Sul discorso biblioteche attacca duramente l’Ugl: A fine gennaio 2016 la strabiliante idea della Giunta Comunale di Ascoli Piceno “la chiusura del Chiostro Sant’Agostino realizzando così una piazza da vivere nelle giornate invernali è progetto ambizioso di grandiosa spettacolarità”; così diceva l’assessore comunale alla cultura Latini. Peccato che il progetto non abbia incontrato risorse finanziarie disponibili e sia naufragato nel nulla; come purtroppo nel nulla è finito il resto “la biblioteca di Campo Parignano verrà trasferita all’ex Caserma Vellei che accoglierà tutto il materiale cartaceo e sarà accessibile anche per convegni, riunioni…..” e poi “la biblioteca di Monticelli abbandonerà il luogo dove si trova ora, in ambienti di certo non comodi da raggiungere e con spazi assai ridotti per trovare migliore ambientazione…….una convenzione con l’Erap marche finalizzata alla realizzazione di…..”.

A giugno 2017 nuovo annuncio del sindaco e dell’Assessore alla cultura “due progetti per il Polo Sant’Agostino, ecco il piano per le biblioteche della città”; e giù a ripercorrere l’annuncio del 2016; un percorso di cultura proiettato nella virtualità, confidando nella scarsa memoria dei cittadini e coprendo il non fatto.

Il circuito delle biblioteche e della cultura, la sua fecondità con la comunità si costruisce e si alimenta con progetti veri, risorse certe e percorsi reali.

Ripetere nel tempo annunci strabilianti è solo un maldestro tentativo di coprire cose non fatte e servizi non resi alla comunità; ma poi in fondo la verità ritorna a galla e si trasforma in boomerang.

 

Da SEGRETERIA PROVINCIALE UGL