martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Marche > CONTRIBUTI ALLE AZIENDE AGRICOLE PER IL GRANO DURO: 20 MILIONI

CONTRIBUTI ALLE AZIENDE AGRICOLE PER IL GRANO DURO: 20 MILIONI

Venti milioni di finanziamenti nazionali complessivi per la coltivazione del grano duro nelle campagne agricole 2018 e 2019. Le Marche puntano a beneficiarne per una quota del 25 per cento, sulla base dei risultati conseguiti nel biennio scorso.

“Sarebbero 2,5 milioni di euro all’anno: una bella boccata d’ossigeno per le nostre imprese”, commenta la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura. La Conferenza unificata e la “Stato Regioni” hanno espresso parere favorevole sullo schema di decreto proposto dal Ministero. “Gli assessori regionali hanno voluto fortemente questo intervento che permette agli agricoltori di usufruire di un aiuto in de minimis, cioè senza violare le norme sulla concorrenza – riferisce l’assessore – Le aziende che vorranno accedere al contributo dovranno stipulare contratti di filiera, almeno triennali, con stoccatori o trasformatori del prodotto. Ci aspettiamo che nelle Marche possa arrivare un quarto del plafond, sulla base delle adesioni e delle rese colturali del biennio scorso. Per le nostre imprese il grano duro rappresenta una coltura strategica, che produce granella di elevata qualità, non remunerativa, però, per i bassi prezzi pagati dal mercato, a fronte dei consistenti costi di produzione”.

Il decreto nazionale che verrà emanato prevede sostegni fino a 10 mila euro per azienda e per i primi 50 ettari coltivati. Il massimale per ettaro è di 200 euro, che diminuisce in base al numero di ettari per cui è richiesto il contributo. Lo stanziamento è di 10 milioni per il 2018 e 10 milioni per il 2019.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *