sabato, Ottobre 31, 2020
Home > Abruzzo > Confartigianato, trasferimento della sede a L’Aquila: Teramo dice no

Confartigianato, trasferimento della sede a L’Aquila: Teramo dice no

“Avevamo tutti i numeri per evitare che la Camera di Commercio, tra quella dell’Aquila e Teramo, andasse a l’Aquila lo avevamo detto nel Consiglio Camerale nel quale si decise questa irregolarità. Irregolarità in quanto il decreto del Governo stabiliva che negli accorpamenti la sede principale toccava alla Camera di Commercio che aveva più imprese iscritte. Questo fu evidenziato dal ns. Presidente Prof. Luciano Di Marzio nel Consiglio con all’ordine del giorno questo argomento. Oggi a distanza di quasi un anno altre associazioni ed il PD Teramano si accorgono e cercano di prendere posizioni diverse quando i buoi sono già scappati.

E’ stato riportato anche dalla stampa locale che venerdì si è insediata presso la Camera di Commercio di Teramo il tavolo tecnico sul Turismo. Anche su questo argomento il nostro Presidente prof. Luciano Di Marzio nel suo intervento ha puntualizzato che la CONFARTIGIANATO Teramo ha espresso voto favorevole per destinare le risorse messe a disposizione dalle imprese Teramane per 3 anni nel bilancio Camerale per rilanciare il Turismo principalmente nel nostro Territorio e successivamente per quello regionale.

Sul turismo ad oggi la politica regionale sia di Centro Sinistra che di Centro Destra ha fallito gli obiettivi oggi gli imprenditori ci mettono la faccia con l’intento di fare un vero marketing Turistico del nostro territorio. La Regione deve fare la sua parte nel destinare diversi milioni a questo settore che è vitale per tutta l’economia abruzzese.

 Il ns. Presidente nel suo intervento ha evidenziato che i Comuni, GAL, DMC, Parco, e tanti altri enti che non stiamo ad elencare hanno destinato risorse sul Turismo ma con scarsissimi risultati, oggi tutte le risorse devono essere convogliate in questo progetto e tutti insieme dobbiamo lavorare per raggiungere l’obiettivo di valorizzare il nostro territorio ricco di Spiagge, Colline, Laghi, Montagne come il Gran Sasso, i Monti della Laga e la Maiella con tutti i prodotti enogastronomici quali Vino, Olio, Vitelli, Arrosticini di Castrato, Agnelli, e prodotti Agroalimentari che vengono con grande passione e maestria realizzati dalle nostre imprese devono essere utilizzati ed essere pubblicizzati principalmente sui tavoli dei nostri Alberghi, Ristoranti e Trattorie e su questo argomento ci può dare un grande aiuto l’Istituto Zooprofilattico di Teramo certificando i prodotti del nostro territorio e dei luoghi di pascolo e produzione.

Abbiamo il Turismo religioso a S. Gabriele; oltre 2 milioni di fedeli ogni anno, abbiamo la fortuna di avere a 50 km. dal confine regionale Roma una città nella quale ogni anno sono presenti oltre 20 milioni di turisti. Questo bacino di turisti non lo dobbiamo perdere; bisogna organizzare giornate nelle quali ospitare gratuitamente i turisti per fargli conoscere le bellezze presenti nel nostro territorio.

Abbiamo il lago di Campotosto situato a 1.300 metri dal livello del mare unico in Italia a questa altezza assolutamente non valorizzato come quelli del nord Italia nei quali è possibile fare mini crociere e tante altre attività attirando la presenza dei turisti.

Il nostro territorio ha bisogno di infrastrutture come strade di percorrenza veloci, Alberghi, Agriturismi qualificati e bisogna recuperare i famosi Borghi abbandonati e utilizzarli come alberghi.

Questo è quello che abbiamo e il primo obiettivo deve essere quello di far conoscere a tutto il mondo le nostre bellezze, la bontà dei nostri prodotti e dell’arte culinaria che ha sempre distinto il territorio abruzzese e principalmente quello Teramano”.

Confartigianato Imprese Teramo

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *