giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Abruzzo > PINETO, SCUOLA E SETTORE DEL LEGNO-ARREDO: AL VIA LA SINERGIA

PINETO, SCUOLA E SETTORE DEL LEGNO-ARREDO: AL VIA LA SINERGIA

La classe I R dell’Istituto Tecnico Meccanica e Meccatronica indirizzo Tecnologie del legno di Pineto continua le uscite didattiche previste per conoscere le aziende del territorio della filiera del legno e dell’arredo e con esse le attività di laboratorio per conoscere da vicino le proprietà chimiche, fisiche e meccaniche dei materiali e per approfondire il tema della sostenibilità, filo conduttore di questo primo anno.

I ragazzi, accompagnati dai docenti Claudio Paradisi e Francesco Verrocchio, sono stati ospiti dell’azienda Corbetta|Fia, zona industriale di Casoli di Atri, produttrice di laminati, bordi, carte da rivestimento per l’industria dell’arredamento (una delle prime della filiera che ha alla fine altre grandi aziende come per esempio Aran World e Ikea).

All’interno hanno potuto vedere da vicino le fasi della produzione, l’attenzione posta a ogni minimo dettaglio e quindi capire come ogni disciplina che si studia in una scuola tecnica concorre a formare competenze indispensabili in questo particolare settore. Importante è stato sentire direttamente dalle parole dei tecnici dell’azienda come il rispetto degli standard qualitativi riguardanti la sostenibilità ambientale nell’uso della materia prima (cellulosa) e le prestazioni finali dei prodotti portino a essere concorrenziali sul mercato che, non dimentichiamo, per queste aziende del nostro territorio è di livello internazionale. Nel laboratorio interno a questa azienda e nella successiva visita al laboratorio di prove sui materiali Departest di Scerne di Pineto, gli alunni hanno potuto assistere a delle vere e proprie prove su prodotti e materiali, cosa che li ha resi curiosi e pronti ad approfondire con entusiasmo in classe, nelle diverse discipline, i contenuti specifici degli argomenti visti sul campo.

Per ciò che riguarda le attività laboratoriali le attività proseguiranno nei prossimi mesi in stretta collaborazione non solo con le industrie del settore, ma anche con l’Università Europea del Design di Pescara, partner anch’essa del progetto formativo. Per quanti volessero conoscere meglio dettagli e prospettive di questo indirizzo tecnico dell’Istituto d’Istruzione Superiore Zoli l’invito è di partecipare agli Open Day previsti dalla scuola nei giorni 16 dicembre 2017, 13 e 27 gennaio 2018, dalle 15 alle 19.30, presso la sede dell’ordine tecnico nel centro storico di Atri, in vico Tedeschini n.2.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *