venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Abruzzo > AMBIENTE: PROGETTO DEL TERRITORIO PER RISERVA LAGO DI BOMBA

AMBIENTE: PROGETTO DEL TERRITORIO PER RISERVA LAGO DI BOMBA

Un progetto, frutto di concertazione tra tutti gli attori del territorio, per la gestione ambientale, turistica e infrastrutturale dell’area del lago di Bomba. L’iniziativa è stata presentata oggi al presidente della giunta regionale, Luciano D’Alfonso, in un incontro a Pescara a cui hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Bomba Donato Di Santo, l’assessore della Provincia di Chieti e commissario straordinario della Comunità montana Sangro-Vastese Arturo Scopino, il consigliere regionale Alessio Monaco, il presidente regionale del Wwf Luciano Di Tizio, il presidente di Legambiente Abruzzo Giuseppe Di Marco e il componente della Commissione Via regionale Massimo Colonna. Un tavolo per illustrare una proposta articolata, che dovrà essere condivisa dai 10 consigli comunali interessati, per arrivare alla istituzione di una riserva regionale cui spetterà non solo occuparsi della tutela ambientale di una delle zone più interessanti dal punto di vista della biodiversità in Abruzzo, ma anche elaborare proposte per la rivitalizzazione delle infrastrutture turistico-ricettive (realizzate negli anni Ottanta dalle Comunità Montane) già presenti sulle rive del lago e oggi in gran parte inutilizzate, oltre a prevedere un piano di gestione per l’area del bacino artificiale nell’eventualità l’Acea dovesse decidere di dismettere la produzione di energia idroelettrica dall’invaso artificiale inaugurato nel 1962. D’Alfonso si è detto disponibile a sostenere l’iniziativa, che parte da “un confronto territoriale sano e corretto”, assicurando la collaborazione della Regione in tutte le fasi propedeutiche all’elaborazione del progetto, in particolare per quanto riguarda l’interlocuzione con strutture statali (come la Direzione Generale per le Dighe) e l’Acea, con il cui nuovo management sono già stati avviati contatti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *