mercoledì, luglio 17, 2019
Home > Marche > Pesaro, occhio alla truffa del vino pregiato

Pesaro, occhio alla truffa del vino pregiato

La modalità è sempre la stessa: con la scusa di organizzare un compleanno o una cena, o comunque un evento, una donna telefona al ristorante spacciandosi per una vecchia cliente, chiamando il titolare per nome e parlando della zona come se la conoscesse da tanto tempo. Poi prenota il tavolo chiedendo la cortesia di ordinare un vino estero pregiato, costosissimo e introvabile dal fornitore indicato che però non lavora con i privati. Contattato il fornitore, al ristoratore viene confermata la disponibilità della merce con pagamento al corriere al momento della consegna (circa 500-700 euro) e con fattura inviata per mail. Il corriere arriva ed il pagamento viene effettuato. Ma poi, alla cena, non si presenta nessuno ed il titolare del ristorante, aperte le confezioni, si trova di fronte un vino da pochi spiccioli di scadente qualità e non gli resta che contattare le forze dell’ordine per sporgere denuncia.
“Si tratta di una truffa ormai seriale e non rappresenta un caso isolato – sottolinea FIPE Confcommercio -. Per evitare il ripetersi di episodi simili, che sfruttano la bontà e la gentilezza degli operatori per poi mettere a segno delle truffe, mettiamo in guardia i nostri associati e tutti i professionisti del settore”. I truffatori hanno già colpito Pesaro, Fano, e la costa romagnola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: