sabato, Aprile 17, 2021
Home > Abruzzo > Ancarano, 73enne con pensione minima accoglie cani e gatti randagi a sue spese: ha disperato bisogno di aiuto

Ancarano, 73enne con pensione minima accoglie cani e gatti randagi a sue spese: ha disperato bisogno di aiuto

ANCARANO – Questo è il secondo appello. Al primo nessuno ha risposto. La signora Franca ha 73 anni e vive con una pensione irrisoria. Ma, come spesso accade, la solidarietà ed il cuore più grandi vengono dimostrati proprio da chi ha meno. Malgrado sia anziana e non sia priva di acciacchi, Franca ha deciso di dedicare la propria vita ad aiutare persone ed animali.

Nella sua abitazione di Ancarano, in campagna, ospita attualmente circa 20 cani ed 8 gatti (qualche anno fa il numero degli animali presenti era di gran lunga superiore), tutti muniti di microchip e la sua abitazione è sempre aperta per chi ha bisogno di supporto per quanto riguarda piccole esigenze (una doccia, qualche parola di conforto).

Oltre a cani e gatti ci sono galline , capre, papere. I cani ed i gatti che vivono con lei li raccoglie dalla strada. Randagi, che senza il suo aiuto avrebbero probabilmente fatto una brutta fine. Li chiama i suoi figli.

Come fa a mantenerli? Con tanto sacrificio e amore. Ha adibito dei box alla cura ed al sostentamento dei cani. I gatti gironzolano per lo più liberamente nello spazio circostante la sua abitazione, protetta e chiusa da un cancello.

Non ci vede molto bene, indossa un paio di occhiali a cui manca una stecca. “Ma non posso acquistarne di nuovi – dice sorridendo – perché quel poco che ho è per i miei animali, che mi danno un amore infinito. Sono come figli”. Intendiamoci, la signora ha anche una famiglia vera: due figli, un marito purtroppo scomparso. E anche per i suoi figli si sacrifica ogni giorno. Parte della sua pensione (veramente una cifra con cui i più non sarebbero in grado di vivere) è stata destinata alla risoluzione di problematiche familiari. Quello che rimane è per i suoi ospiti a quattro zampe.

A lei non pensa. Ha dolori alle gambe, ma sorride e quando si trova in compagnia dei suoi trovatelli gli occhi le si illuminano. Ma ha bisogno di aiuto. La-Notizia.net ha cercato di portare un piccolo contributo concreto. Se privati, associazioni animaliste, rappresentanti istituzionali, volessero mettersi in contatto con noi per dimostrare concreta solidarietà è sufficiente inviare una mail a info@la-notizia.net e la redazione sarà lieta di creare il contatto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *