mercoledì, 1 Aprile, 2020
Home > Sport in Pillole > GLS Dolphins Ancona, conquistati i playoff nonostante la sconfitta a Bolzano

GLS Dolphins Ancona, conquistati i playoff nonostante la sconfitta a Bolzano

I GLS Dolphins Ancona raggiungono i play off dopo un anno di assenza e centrano l’obiettivo stagionale. Tra due settimane i ragazzi del Presidente Leonardo Lombardi dovranno vedersela a Roma contro i Ducks Lazio. Giornata e orari da definire in settimana.

Ininfluente è dunque stata la partita persa a Bolzano contro i Giants per 29-12 dato che le sconfitte di Rhinos Milano il sabato e Lions Bergamo la domenica hanno qualificato automaticamente i Dolphins alla post season.

La cronaca della partita? Pronti via e i Dolphins vanno in touchdown al primo snap dell’incontro. Josh Dean spara una palla che arriva nelle mani di Tommaso Mosca il quale elude la guardia di due marcatori e corre in end zone per un’azione complessiva di circa 75 yards. 0-6 quindi a causa del palo colpito da Cristiano Brancaccio nel tentativo di extra point.

La partita è quanto mai combattuta ed equilibrata da questo momento in poi e sino alla fine del primo tempo. E come aveva saggiamente preannunciato il coach dei Dolphins Roberto Rotelli le difese l’hanno fatta da padrona concedendo poco o nulla agli attacchi rivali. Ciò tuttavia non ha impedito ai Giants di chiudere la prima parte della gara sul 14-6 grazie ai due passaggi in touchdown di Ron Brown: il primo su Mark Simone, il secondo su Mario Bonacci. Entrambe le conversioni sono poi state messe a segno da Giuseppe Della Vecchia.

E il secondo tempo? E’ stata tutta un’altra partita dato che i risultati che arrivavano da Bergamo hanno permesso ad entrambe le squadre di giocare più sciolte e con le posizioni playoff ormai certe e garantite. E così in particolare i Dolphins si sono distinti più per un paio di intercetti di Simone Ragnetti e di Fellonte Misher che correndo il ritorno ha totalizzato circa 70 yard che altro. Ad ogni modo Josh Dean (intercettato due volte nel corso della partita) ha comunque trovato in end zone Alessio Orlandini, piacevolmente rientrato in squadra tra lo stupore di tutti dopo una lunga assenza. Bolzano invece è ri-andata in touchdown con Mario Bonacci su passaggio di Brown e ancora con lo stesso Brown dopo una corsa di poche yard a cui ha fatto seguito il calcio dell’implacabile Della Vecchia. Tutto ciò prima che un pasticcione finale di attacco prima e special team poi di Ancona permettessero ai bolzanini di realizzare anche una safety per il 29-12 finale. Poco male comunque. Quello che contava oggi è avere un’altra partita a disposizione e questo è avvenuto. I ragazzi e lo staff tutto meritano solo applausi per quanto fatto nella regular season. Ed ora, a wild card raggiunta, il sogno si chiama semifinale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *