mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Marche > Stipendi: nelle Marche più bassi che nel Centro Italia. Nel Piceno vicini a quelli del Sud

Stipendi: nelle Marche più bassi che nel Centro Italia. Nel Piceno vicini a quelli del Sud

ASCOLI  PICENO – Stipendi, nelle Marche più bassi che nel Centro Italia. Un dipendente di Ascoli, San Benedetto o degli altri comuni del Piceno, in un anno, guadagna  7.276 euro in meno rispetto a uno residente a Reggio Emilia e provincia. Uno della provincia di Macerata è sotto come stipendio  in busta paga di un collega di Bologna e provincia di 7.403 euro . Questi sono solo due esempi dello squilibrio esistente in Italia che emerge quando si va a verificare la retribuzione media dei dipendenti. Il BES dell’Istat (Benessere equo e solidale) uno studio sulla situazione economica, sociale e ambientale delle provincie italiane certifica l’oggettiva differenza tra il Nord, il Centro e il Mezzogiorno della penisola sul fronte della ricchezza. Il livello medio di salari nelle Marche (19.422 euro) posiziona la regione a metà strada tra il Centro (21.714 euro) e il Sud (16.116 euro). La provincia che “guadagna” di più è quella di Ancona con 20.888 euro di retribuzione media annua, seguita da Pesaro/Urbino con 19.422 e da Macerata con 18.220 euro. Non ci sono dati invece per Fermo. Come dicevamo fanalino di coda è la provincia di Ascoli con 17.856 euro di media che avvicina il Piceno al Sud Italia dove la media è di 16.116 annui. Se la media in Italia è superiore a quella delle Marche visto che raggiunge la cifra di 21.714, la provincia dove lo stipendio è nettamente più pesante in busta paga è Milano, con 29.627. Segue Bologna (25.663 euro) e Parma (25.424 euro). Le peggiori sono Vibo Valentia (12.118 euro) Trapani (13.500 euro) e Ragusa (13.732). I dati si riferiscono al 2016. Una nota positiva: nelle Marche le retribuzioni sono aumentate del 2% rispetto all’anno precedente.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net