venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il castello di Beffi si accende con le fisarmoniche talentuose del Solotarev Trio

Il castello di Beffi si accende con le fisarmoniche talentuose del Solotarev Trio

Si accende con “Suoni d’Estate”, sotto la guida della pianista e direttore artistico dell’evento Sara Cecala e con le note virtuose e suadenti di tre giovani accordèonisti Fernando Mangifesta, Lorenzo Scolletta e Alberto Vernarelli, il borgo medievale di Beffi e la sua splendida torre castellata.

Il Sirente, i suoi scorci magici e i borghi della subequana rappresentano un patrimonio prezioso non solo per le comunità locali, ma anche e soprattutto per la conca aquilana e per la sua provincia” così apre il suo intervento Sara Cecala. “Per tali ragioni, insieme con il sindaco di Acciano Fabio Camilli vogliamo ridestare, grazie al linguaggio artistico che mi è più familiare, l’attenzione sui tesori come quello del borgo storico di Beffi e del suo Castello affinché quest’ estate non trascorra senza lasciare una traccia che si tramuterà in un afflato musicale con i residenti e con chi deciderà giovedì 16 agosto, alle ore 20.30, di godere sia dell’ incantevole scenario, sia della bravura del trio Solotarev.

Nutro un affetto autentico e profondo per i borghi del Sirente – Velino e per i suoi abitanti – prosegue Cecala – da quando, nel lontano 2006, con il sostegno economico della Comunità montana (sirentina), la cui presidenza era affidata a Peppe Venta, ideai “Sirente in Festival”, una rassegna itinerante di Arte, Musica e Teatro che abbracciava tutti i paesi dell’omonimo Parco regionale.

Michele Placido, Vanessa Gravina, Edoardo Siravo, Caterina Vertova, e musicisti del calibro di Paolo Di Sabatino, insieme con l’Orchestra dell’ ISA e l’istrionico Gabriele Cirilli, furono alcuni degli ospiti e dei protagonisti di quella kermesse estiva, rimasti tutti sedotti dalle bellezze architettoniche e naturalistiche delle locations scelte per gli appuntamenti, che, le menziono anche con un po’ di saudade, furono la chiesa di Santa Croce e il Tempio Italico di Castel di Ieri, la Collegiata di Tione degli Abruzzi (ancora in restauro), il chiostro di San Francesco a Castelvecchio Subequo, e molti altri siti di pari e raro fascino.

Gli eventi occorsi hanno impedito, dopo alcune entusiasmanti edizioni, la prosecuzione di quel cammino artistico che oggi, seppure in punta di piedi, riprende, ostinato e fiducioso, grazie alla lungimiranza dell’amministrazione comunale che ringrazio assieme all’associazione “Aternostrum” di Acciano per il supporto logistico offertomi.

Riservo, infine, con sincera gratitudine, un plauso a due società impegnate nella ricostruzione, proprio nel Comune di Acciano, la Renaissance srl e la Veba snc (quest’ultima con sede nella frazione di Succiano).

Entrambe, con entusiasmo, hanno aderito alla manifestazione finanziando integralmente l’iniziativa, segno che le sinergiche producono sempre buoni frutti, anche immateriali, atti a cibare la nostra anima e lo spirito battagliero che alberga in noi abruzzesi, testimoni e fautori di slanci resilienti, anche e soprattutto per preservare, con cura e dedizione la cultura e le tradizioni dei luoghi del cuore”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *