domenica, aprile 21, 2019
Home > Marche > Dal Giappone ad Ancona. Delegazione nipponica in città ad ottobre, per confronti amministrativi e culturali

Dal Giappone ad Ancona. Delegazione nipponica in città ad ottobre, per confronti amministrativi e culturali

< img src="https://www.la-notizia.net/giappone.jpg " alt="giappone”

Ancona – Incontrarsi e verificare sul campo  le azioni intraprese – tra amministrazioni comunali di Paesi molto distanti non solo dal proprio ma anche dal contesto europeo – rappresenta una occasioneCooperazione importante  di crescita  e  sinergia nonché una formidabile opportunità per rivedere in senso migliorativo l’organizzazione di servizi e programmi attivati in ambito locale. Il programma della U.E. ha difatti  la finalità di favorire collegamenti tra città dell’Unione e di altri continenti. Per il bando 2017  sono stati selezionati 5 centri europei:  Ancona, Ioannina (Grecia), Essen (Germania), Francoforte (Germania) e Donostia/S.Sebastian (Spagna)  e altrettanti  dell’Asia : Hirosaki, Koriyama, Yokohama, Ikoma e Ichinomiya, tutte città del Giappone. E’ questo l’obiettivo che anima il  programma di Cooperazione Internazionale urbana dell’Unione Europea -IUC-  nell’ambito del quale si inserisce il Comune di Ancona,  con il progetto di urban cooperation preparato dall’Ufficio Programmi Comunitari della Direzione Finanze e prescelto dalla Commissione europea tra centinaia in Europa e che ha portato quattro funzionari del Comune dorico a partecipare nell’aprile scorso ad una visita di 4 giorni alla città di IKOMA, che è stata abbinata ad Ancona.

Una delegazione dell’Amministrazione comunale della città nipponica- che ha la stessa dimensione demografica e presenta svariate affinità con il capoluogo marchigiano –  restituirà la visita dal 3 al 6 ottobre,  effettuando sopralluoghi di studio, corsi di formazione e seminari, concorrendo – come già avvenuto in terra giapponese nei mesi scorsi a sviluppare congiuntamente un Piano d’azione locale contenente le priorità condivise e le azioni concrete da realizzare per promuovere lo sviluppo sostenibile nell’area selezionata.

Nel visitare edifici pubblici, istituti scolastici, centri per anziani e disabili, nonché istituzioni culturali dalle potenzialità turistiche, nell’entrare in contatto con rappresentanti del terzo settore e stake-holders,  la delegazione anconetana- accolta e intrattenuta sulla base di una agenda fitta di impegni, organizzata con estrema efficienza – ha concentrato la sua attenzione sulle misure coerenti con quelle promosse dal Comune di Ancona, alla base del progetto internazionale di scambio.


Accolti con puntualità e massima disponibilità dal sindaco e dagli altri amministratori, i funzionari dorici hanno visitato anche l’edificio comunale strutturato secondo criteri di elevata efficienza e funzionalità e- oltre a scuole e centri giàcitati- luighi tradizionali come il giardino zen con la cerimonia del tè e il Museo del Bambu. L’esperienza in Giappone è proseguita con la visita della antica città di Nara e  il viaggio nella capitale, Tokyo, dove si è svolta  l’assemblea di tutte le delegazioni partecipanti al programma IUC presso la sede della Commissione europea. Ad ottobre sarà la volta della visita della delegazione giapponese di Ikoma in Italia, occasione preziosa per presentare al meglio la città, i servizi, il tessuto sociale, culturale ed economico al fine di consolidare relazioni e promuovere occasioni di sviluppo.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: