venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Marche > Divorzi: la mappa dei comuni delle Marche suddivisa per provincia

Divorzi: la mappa dei comuni delle Marche suddivisa per provincia

Ancona – Quali sono i comuni delle Marche con più divorziati? Con i dati Istat del 2017 si può abbozzare una mappa dei divorzi nella regione, anche se qui le cifre attestano dove risiedono quelli, maschi e femmine, che hanno sciolto per qualche motivo il vincolo coniugale. In testa alla regione c’è Ussita (MC) dove sono presenti l’11,9% di divorziati. Segue Frontino (PU) con il 10,60% e poi Numana (AN) con il 7,43%. Sono però cifre viziate dalla scarsità della popolazione dove pochi divorzi alzano di molto la percentuale. Ora vediamo le località più grandi delle Marche suddivise per provincia. In quella di Pesaro/Urbino troviamo al primo posto Pesaro (6,88%). Segue Fano (5,81%) Urbino (4,93%) Mondolfo (4,83%) e Vallefoglia (4,60%). Nella provincia di Ancona al primo posto c’è il capoluogo (6,82%). Poi Senigallia e Jesi entrambe con 5,73%. Fabriano (5,15%). Molto bassa la percentuale di Osimo con solo lo 0,23% della popolazione. A Macerata anche in questo caso il capoluogo ha la percentuale più alta (5,77%).Civitanova Marche (5,47%) Tolentino (5,08%) Potenza Picena (4,19) e Recanati (4,09). A Fermo al primo posto troviamo Porto San Giorgio (5,27%) Fermo (5,12%) Porto Sant’Elpidio (5,05%) e infine Montegranaro (3,09%). Passiamo ora al Piceno: primo posto Grottammare (5,28) di un soffio sopra San Benedetto del Tronto (5,27%). Segue Ascoli Piceno (4,44%) Folignano (3,84) e Monteprandone (3,74%).

E’ utile qualche raffronto con altre città non necessariamente grandi e sempre del Centro Italia: Pescara (6,09%) Teramo (4,29%) Perugia (5,71%) Terni (6,88%) Rimini (7,26%).

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *